Cushman & Wakefield

Cushman & Wakefield

(68,58 % del capitale sociale tramite EXOR S.A.)

 

I dati di seguito esposti e commentati sono desunti dalla situazione contabile consolidata al 30 giugno 2013 di C&W Group predisposta in base agli IFRS se non diversamente indicato.

Si ricorda che una parte significativa dei ricavi di C&W Group è caratterizzata da una forte stagionalità il che determina difficoltà nel confrontare i dati finanziari e i risultati gestionali su base trimestrale. Storicamente tale stagionalità ha comportato ricavi, risultati operativi, risultati netti e flussi finanziari delle attività operative di C&W Group inferiori nei primi due trimestri e superiori nel terzo e quarto trimestre di ogni anno. La concentrazione dei risultati e dei flussi finanziari nel quarto trimestre è dovuta ad un interesse generalizzato degli operatori a concludere le transazioni sul fine anno.

    I Semestre Variazioni
$  milioni 2013 2012 Assolute %
Ricavi netti (Commissioni e costi per servizi) (A) 721,0 678,2 42,8 6,3
Rimborsi di costi sostenuti per conto terzi (B) 312,9 228,3 84,6 37,1
Ricavi lordi (A+B) 1.033,9 906,5 127,4 14,1
EBITDA Rettificato (a) 17,5 16,6 0,9 5,4
EBITDA 10,4 16,6 (6,2) (37,3)
Utile (perdita) operativa (7,1) (2,8) (4,3) n.s.
Utile (perdita) consolidata attribuibile ai Soci della Controllante - Rettificata (b) (10,2) (18,4) 8,2 (44,6)
Utile (perdita) consolidata attribuibile ai Soci della Controllante  (14,6) (18,4) 3,8 (20,7)
(a) L’EBITDA rappresenta il risultato prima degli oneri finanziari, degli oneri fiscali ed ammortamenti, mentre l’ EBITDA rettificato esclude l’effetto degli oneri relativi ad acquisizioni ($2,4 milioni) e degli oneri non ricorrenti relativi a riorganizzazioni ($4,7 milioni). La Società ritiene che l’EBITDA e l’EBITDA rettificato sono utili nella valutazione della performance operativa rispetto a quella di altre aziende del settore in quanto forniscono un quadro più completo dei risultati operativi di C&W. Poiché gli IFRS non forniscono una definizione di EBITDA ed EBITDA rettificato, i dati potrebbero non essere comparabili con gli indicatori con analoga denominazione utilizzati da altre Società. (b) L’Utile (perdita) consolidata attribuibile ai Soci della Controllante - rettificata esclude gli oneri relativi ad acquisizioni e gli oneri non ricorrenti relativi a riorganizzazioni al netto dell’effetto fiscale.
$ milioni 30.06.2013 31.12.2012 (c) Variazioni
Patrimonio netto attribuibile ai Soci della Controllante 784,6 804,8   (20,2)
Posizione finanziaria netta consolidata (129,5) (87,4)   (42,1)
(c) A seguito dell’adozione, a partire dal 1° gennaio 2013, in modo retrospettivo dell’emendamento allo IAS 19 – Benefici ai dipendenti, i dati della situazione patrimoniale e finanziaria al 31 dicembre 2012 sono stati rideterminati coerentemente

Nel primo semestre 2013 C&W Group ha compiuto notevoli progressi nell’attuazione del suo piano strategico a lungo termine incrementando i propri ricavi ricorrenti e migliorando la propria presenza nelle diverse aree geografiche. La società è cresciuta nelle sue attività di rilevanza strategica in tutto il mondo, come si evince dal forte incremento dei ricavi a due cifre registrato nelle attività di “Corporate Occupier & Investor Services” (“CIS”), “Capital Markets” e “Valuation & Advisory (“V&A”)”.

L’incremento dei ricavi ricorrenti è stato determinato dalla crescita del 17,4% dell’attività “CIS” a seguito dell’ottenimento di diversi incarichi significativi da parte di prestigiosi clienti. Inoltre l’acquisizione, effettuata il 1° luglio 2013, di Project Solution Group, società di servizi di “Project Management” situata a Singapore, posiziona C&W Group quale leader di mercato nei servizi da “Project Management” in Asia. Il trend positivo dell’attività V&A è stato determinato da un incarico rilevante a livello nazionale da parte di uno dei maggiori retailer negli Stati Uniti.

Il settore Capital Markets ha partecipato a numerose operazioni significative, quali la vendita della sede della London Stock Exchange per conto della Mitsubishi Estate Company. Il settore “Leasing” è ben posizionato per cogliere le opportunità di un mercato in ripresa (C&W Group è stata nominata agente esclusivo per la locazione di 75 Rockefeller Plaza e 1221 Avenue of the Americas, in Manhattan).

Di seguito alcuni incarichi e/o mandati particolarmente significativi che C&W Group ha ottenuto nel corso del primo semestre 2013:

  • Servizi di:
    • facility management” per un totale di 1,2 milioni di square feet in Cina, da Coca Cola;
    • gestione del portafoglio immobiliare per un totale di 17 milioni di square feet in India, da DLF;
    • consulenza per la valutazione immobiliare del più grande fondo immobiliare domestico indiano, di David Jones - un noto marchio retail australiano e di GE in Giappone;
    • valutazione di un progetto relativo a 700 department stores, acentri di distribuzione e alla sede di un noto retailer nazionale;
    • gestione di 12,5 milioni di square feet a favore di Capital One, di 6,4 milioni di square feet in Asia a favore di Honeywell (APAC) e di IndCor negli Stati Uniti;
  • Attività di locazione:
    • nuovi incarichi per più di un 1 milione di square feet: C&W Group sostituirà CBRE in qualità di agente congiunto per la locazione del “Principal Place” immobile di 16 piani e di 600.000 square feet in corso di sviluppo sito a Londra per Brookfield e sarà agente per la locazione di “The Scalpel”, nuovo immobile di 400.000 square feet in corso di sviluppo per la WR Berkley;
    • diversi mandati di leasing prestigiosi, tra cui diversi grandi centri commerciali come ad esempio, la nuova TAU Gallery in Russia per 184.000 square feet;
    • nomina ad agente esclusivo per la locazione di 75 Rockefeller Plaza e 1221 Avenue of the Americas, in Manhattan;
  • Assistenza per vendite/acquisizioni:
    • organizzazione della vendita del “Rosengardcentre” in Danimarca, per € 400 milioni, secondo centro commerciale più grande della Danimarca, sito a Odense on Funen;
    • assistenza a Future Fund per la vendita della sua quota del 33% di “The Bullring” in Birmingham (Regno Unito) a Hammerson e CPPIB per £307 milioni;
    • assistenza a Mitshubishi Estate Company (MEC) per la vendita di “King Edward Court” al 10 Paternoster Square, il palazzo sede della London Stock Exchange, alla Oxford Properties per £216 milioni;
    • organizzazione della vendita del “New England Executive Park”, un complesso di 10 immobili e un parco, di un milione di square-feet in Burlington, Massachusetts per $216 milioni;
    • acquisizione per Advance Resi a Tokyo ($95 milioni), vendita di Project MX a Hong Kong ($340 milioni) e vendita di Bekasi Square a Jakarta ($35 milioni);

Inoltre è stato aperto il primo ufficio in Taiwan, rinnovato il contratto con Everything Everywhere, un cliente strategico nel Regno Unito, infine C&W Group è stata nominata “property manager” per l’intero sito del nuovo “World Trade Center” in Lower Manhattan.

Per quanto riguarda i risultati del primo semestre, C&W Group ha registrato una crescita dei ricavi lordi a due cifre pari al 14,1% (+14,9% se si esclude l’effetto cambio), attestandosi a $1.033,9 milioni, rispetto al dato corrispondente del precedente anno ($906,5 milioni). Nello stesso periodo i ricavi netti sono aumentati del 6,3% (+7,2% se si esclude l’effetto cambio), attestandosi a $721,0 milioni, rispetto al corrispondente dato del 2012 ($678,2 milioni).

Di seguito è evidenziata la ripartizione dei ricavi lordi e dei ricavi netti per area geografica.

  I Semestre Variazioni
$  milioni  2013 2012 Assolute %
Americhe 771,9 74,7% 663,5 73,2% 108,4 16,3
EMEA 184,3 17,8% 184,0 20,3% 0,3 0,2
Asia  77,7 7,5% 59,0 6,5% 18,7 31,7
Ricavi lordi 1.033,9 100,0% 906,5 100,0% 127,4 14,1
Americhe 514,7 71,4% 490,3 72,3% 24,4 5,0
EMEA 150,6 20,9% 142,8 21,1% 7,8 5,5
Asia  55,7 7,7% 45,1 6,6% 10,6 23,5
Ricavi netti 721,0 100,0% 678,2 100,0% 42,8 6,3

I ricavi netti aumentano in tutte e tre le aree geografiche, con un notevole incremento nell’area “Americhe” principalmente negli Stati Uniti e nell’America Latina, dove i ricavi sono aumentati rispettivamente di $14,4 milioni (3,7%) e $8,6 milioni (16,0%) e nell’area Asia.

Di seguito è evidenziata la ripartizione dei ricavi netti per tipologia di servizi:

  I Semestre Variazioni
$  milioni 2013 2012 Assolute %
Leasing 337,3 46,8% 349,7 51,6% (12,4) (3,5)
CIS  186,5 25,9% 158,7 23,4% 27,8 17,4
Capital Markets 98,1 13,6% 82,0 12,1% 16,1 19,6
Valuation & Advisory 91,5 12,7% 80,7 11,9% 10,8 13,4
Business Consulting 7,6 1,0% 7,1 1,0% 0,5 7,0
Ricavi netti 721,0 100,0% 678,2 100,0% 42,8 6,3

Dal punto di vista delle tipologie di servizi, la crescita dei ricavi netti rispetto al primo semestre 2012 è stata trainata dall’incremento a due cifre dell’attività “Corporate Occupier & Investor Services”, “Capital Markets” e “Valuation & Advisory” e parzialmente compensata da un lieve decremento dell’attività da Leasing.

Di seguito si espone il dettaglio delle variazioni dei ricavi netti del primo semestre 2013 rispetto al primo semestre 2012, per tipologia di servizi e per area geografica:

  Americhe EMEA ASIA Totale
$ milioni assoluta % assoluta % assoluta % assoluta %
Leasing (15,5) (5,5) (3,7) (7,5) 6,8 36,4 (12,4) (3,5)
CIS 20,2 20,5 4,6 10,2 3,0 20,1 27,8 17,4
Capital Markets 8,9 18,1 6,6 25,3 0,6 9,1 16,1 19,6
Valuation & Advisory 10,7 18,2 (0,3) (1,6) 0,4 14,3 10,8 13,4
Business Consulting 0,1 3,9 0,6 19,7 (0,2) (9,5) 0,5 7,0
Ricavi netti 24,4 5,0 7,8 5,5 10,6 23,5 42,8 6,3

I ricavi da “CIS” sono aumentati in tutte e tre le aree geografiche, principalmente per effetto dei ricavi generati dalla sub attività di “Project, Property and Facilities Management” principalmente nelle aree Americhe ed Emea, in conseguenza degli incarichi ottenuti da nuovi importanti clienti nell’ultima parte del 2012 e nel 2013, grazie all’espansione nelle varie aree geografiche dell’attività della Società. Un ulteriore contributo nell’incremento dei ricavi si è avuto grazie all’attività “Client Services Group” (CSG) tramite le società di servizi in Atlanta e Dallas di Cousins Properties Incorporated che è stata acquisita da C&W a fine settembre 2012.

I ricavi da “Capital Markets” aumentano principalmente nelle aree Americhe ed Emea grazie alla maggiore attività operativa legata all’attività “Investment Sales & Acquisitions”.

L’attività “Valuation & Advisory”, che insieme all’attività “CIS” è una componente importante del piano di sviluppo strategico della Società e delle iniziative legate al miglioramento dei ricavi ricorrenti, ha continuato a crescere costantemente, principalmente negli Stati Uniti e nel Sud America dove i ricavi sono aumentati rispettivamente di $6,7 milioni (13,1%) e di $2,5 milioni.

I ricavi da Leasing diminuiscono principalmente per effetto della riduzione dei ricavi da “Office Leasing” nell’area Americhe ed Emea, dovuta al difficile quadro economico, mentre i ricavi generati nell’area Asia sono aumentati grazie ad un maggior numero di transazioni di dimensioni rilevanti concluse nel primo semestre 2013 rispetto al primo semestre 2012.

Le commissioni passive, pari a $225,5 milioni nel primo semestre 2013, sono aumentate di $1,1 milioni (0,5%) rispetto al dato di $224,4 milioni del primo semestre 2012 principalmente per i maggiori ricavi da Capital Markets e V&A, parzialmente compensati dal decremento dei ricavi da Leasing. Le differenze cambio hanno diminuito le commissioni passive di $0,1 milioni o 0,1 punti percentuali.

Le attività negli Stati Uniti rappresentavano il 56,4% e il 57,8% del totale dei ricavi netti per i semestri chiusi rispettivamente al 30 giugno 2013 e 2012. Le attività in Emea, che ha l’incidenza più bassa delle commissioni passive sui ricavi, rappresentavano il 20,9% e il 21,1% del totale globale dei ricavi netti per i semestri chiusi al 30 giugno  2013 e 2012. L’incidenza totale delle commissioni passive sui ricavi netti è stata pari al 31,3% e al 33,1% nei semestri chiusi rispettivamente al 30 giugno 2013 e 2012 con una diminuzione di 1,8% dovuta principalmente ai minori ricavi da Leasing.

I costi per servizi resi ai clienti, pari a $62,3 milioni nel primo semestre 2013, in aumento di $14,2 milioni (29,5%) rispetto al dato del primo semestre 2012 pari a $48,1 milioni. La variazione è principalmente dovuta ai maggiori ricavi dell’attività “CIS” oltre che all’aumento dei contratti in cui la Società opera come “Principal” e i costi non sono rimborsati, nonché dal maggior utilizzo di professionisti esterni per completare gli incarichi “time-sensitive” di Project Management e Lease Administration. Le differenze cambio hanno ridotto i costi per servizi resi ai clienti di $2,7 milioni o 5,7 punti percentuali.

Nel primo semestre 2013 le spese operative sono aumentate di $31,8 milioni (7,8%) attestandosi a $440,3 milioni, contro $408,5 milioni del primo semestre 2012. L’incremento è dovuto principalmente all’aumento dei costi del personale determinato dagli incrementi di merito e dall’aumento dell’organico, così come dall’incremento di altri costi diretti in linea con l’aumento dei ricavi e le iniziative di crescita previste dal piano strategico oltre che da alcuni oneri non ricorrenti legati a costi di riorganizzazione per $1,3 milioni (non inclusi nel calcolo dell’EBITDA rettificato) e da alcuni costi non ricorrenti per il personale. Le differenze cambio hanno ridotto le spese operative di $3,2 milioni o 0,8 punti percentuali.

Il risultato operativo di C&W Group è diminuito nel primo semestre 2013 di $4,3 milioni, registrando una perdita operativa di $7,1 milioni, rispetto al dato corrispondente del precedente anno (-$2,8 milioni).

Gli altri oneri netti ammontano a $6,9 milioni nel primo semestre 2013 in aumento di $1,5 milioni (27,8%) rispetto al dato del primo semestre 2012 pari a $5,4 milioni. L’incremento deriva principalmente dagli oneri per $3,0 milioni, non inclusi nell’EBITDA rettificato, relativi ad una acquisizione come “business combination”, parzialmente compensati dall’incremento dei proventi da differenze cambio per $0,6 milioni e dal decremento degli oneri netti relativi all’adeguamento della passività verso gli Azionisti di Minoranza per $1,0 milione, che includono oneri non ricorrenti legati alla riorganizzazione per $2,8 milioni non inclusi nell’EBITDA rettificato.

L’EBITDA rettificato, che esclude gli oneri relativi ad acquisizioni e gli oneri non ricorrenti legati alla riorganizzazione, contabilizzati nelle spese operative per $1,3 milioni e negli altri oneri netti per $5,8 milioni, ammonta a $17,5 milioni nel primo semestre 2013 e aumenta del 5,4% rispetto all’EBITDA di $16,6 milioni del primo semestre 2012 che non era stato influenzato da tali oneri. L’EBITDA ammonta a $10,4 milioni in diminuzione di $6,2 milioni rispetto al dato del primo semestre 2012.

Nel primo semestre 2013 le imposte e tasse evidenziano un provento fiscale pari a $3,3 milioni, mentre nel primo semestre 2012 evidenziavano un onere fiscale pari a $6,2 milioni. La diminuzione degli oneri fiscali pari a $9,5 milioni è principalmente attribuibile all’incremento della perdita prima delle imposte, alla variazione nella composizione del risultato negativo prima delle imposte tra gli utili generati negli Stati Uniti e le perdite generate all’estero e all’incremento dei benefici fiscali su tali perdite.

L’Utile (perdita) attribuibile ai Soci della controllante – rettificata, che esclude gli oneri relativi ad acquisizioni e gli oneri non ricorrenti legati alla riorganizzazione al netto dell’effetto fiscale, risulta negativo per $10,2 milioni nel primo semestre 2013, con un miglioramento di $8,2 milioni (44,6%) rispetto alla perdita di $18,4 milioni del primo semestre 2012 che non era stata influenzata da tali oneri.

L’Utile (perdita) attribuibile ai Soci della controllante risulta negativo per $14,6 milioni nel primo semestre 2013 in diminuzione di $3,8 milioni  (20,7%) rispetto alla perdita del primo semestre 2012.

La posizione finanziaria netta di C&W Group al 30 giugno 2013 risulta negativa per $129,5 milioni con una variazione di $42,1 milioni rispetto al saldo negativo di $87,4 milioni, registrato al 31 dicembre 2012. La variazione  è dovuta in particolar modo ai costi operativi sostenuti nel primo semestre 2013 riconducibili principalmente al fenomeno della stagionalità, ai minori ricavi netti registrati nel primo semestre rispetto al secondo semestre 2012, e al pagamento effettuato nel primo trimestre 2013 dei piani annuali d’incentivazione relativi al precedente esercizio. La posizione finanziaria netta al 30 giugno 2012 risultava negativa per $147,3 milioni.

Commercial Register No.64236277 Legal notes | Credits