Cushman & Wakefield

Cushman & Wakefield

(68,57% del capitale sociale tramite EXOR S.A.)

 

I dati di seguito esposti e commentati sono desunti dalla situazione contabile consolidata al 30 settembre 2013 di C&W Group predisposta in base agli IFRS se non diversamente indicato.

Si ricorda che una parte significativa dei ricavi di C&W Group è caratterizzata da una forte stagionalità il che determina difficoltà nel confrontare i dati finanziari e i risultati gestionali su base trimestrale. Storicamente tale stagionalità ha comportato ricavi, risultati operativi, risultati netti e flussi finanziari delle attività operative di C&W Group inferiori nei primi due trimestri e superiori nel terzo e quarto trimestre di ogni anno. La concentrazione dei risultati e dei flussi finanziari nel quarto trimestre è dovuta ad un interesse generalizzato degli operatori a concludere le transazioni sul fine anno.

  Progressivi al 30 settembre Variazioni
$  milioni 2013 2012 Assolute %
Ricavi netti (Commissioni e costi per servizi)(A) 1.180,2 1.056,3 123,9 11,7
Rimborsi di costi sostenuti per conto terzi (B) 484,8 336,1 148,7 44,2
Ricavi lordi (A+B) 1.665,0 1.392,4 272,6 19,6
EBITDA Rettificato (a) 56,2 38,9 17,3 44,5
EBITDA 48,9 38,9 10,0 25,7
Utile operativo 20,5 6,3 14,2 n.s.
Utile (perdita) consolidata attribuibile ai Soci della Controllante - Rettificata (b) 0,0 (17,2) 17,2 n.s.
Utile (perdita) consolidata attribuibile ai Soci della Controllante  (4,1) (17,2) 13,1 (76,2)
(a) L’EBITDA rappresenta il risultato prima degli oneri finanziari, degli oneri fiscali ed ammortamenti, mentre l’ EBITDA rettificato esclude l’effetto degli oneri relativi ad acquisizioni ($2,5 milioni) e degli oneri non ricorrenti relativi a riorganizzazioni ($4,8 milioni). La Società ritiene che l’EBITDA e l’EBITDA rettificato siano utili nella valutazione della performance operativa rispetto a quella di altre aziende del settore in quanto forniscono un quadro più completo dei risultati operativi di C&W. Poiché gli IFRS non forniscono una definizione di EBITDA ed EBITDA rettificato, i dati potrebbero non essere comparabili con gli indicatori con analoga denominazione utilizzati da altre Società. (b) L’Utile (perdita) consolidata attribuibile ai Soci della Controllante - rettificata, esclude gli oneri relativi ad acquisizioni e gli oneri non ricorrenti relativi a riorganizzazioni al netto dell’effetto fiscale
$ milioni 30.09.2013 31.12.2012 
(c) Variazioni
Patrimonio netto attribuibile ai Soci della Controllante 796,5 804,6  (8,1)
Posizione finanziaria netta consolidata (85,0) (87,4)  2,4
(c) A seguito dell’adozione, a partire dal 1° gennaio 2013, in modo retrospettivo dell’emendamento allo IAS 19 – Benefici ai dipendenti, i dati della situazione patrimoniale e finanziaria al 31 dicembre 2012 sono stati rideterminati coerentemente

Nei primi nove mesi del 2013 C&W Group ha proseguito il suo piano strategico a lungo termine incrementando i propri ricavi ricorrenti e migliorando la propria presenza nelle diverse aree geografiche. L’andamento dei primi nove mesi dell’anno ha beneficiato in particolare di un’accelerazione nella crescita delle attività del 3° trimestre, come si evince dall’incremento dei ricavi lordi del 30% e dell’EBITDA rettificato del 74% rispetto al dato corrispettivo del precedente anno.

Per quanto riguarda i risultati dei primi nove mesi del 2013, C&W Group ha registrato una crescita dei ricavi lordi a due cifre pari al 19,6% (+20,5% se si esclude l’effetto cambio), attestandosi a $1.665,0 milioni, rispetto al dato corrispondente del 2012 ($1.392,4 milioni). Nello stesso periodo i ricavi netti sono aumentati dell’11,7% (+12,8% se si esclude l’effetto cambio), attestandosi a $1.180,2 milioni, rispetto al corrispondente dato del 2012 ($1.056,3 milioni). Hanno contribuito a questo risultato, registrando un incremento a due cifre dei ricavi netti, le attività di “Valuation & Advisory” (“V&A”), “Capital Markets” e “Corporate Occupier & Investors Services” (“CIS”), in particolare le ultime due, che hanno riguardato tutte le aree geografiche (Americhe, area EMEA e Asia del Pacifico).

L’incremento dei ricavi netti ricorrenti è stato determinato dalla crescita del 21,5% dell’attività “CIS”, trainata dall’area Americhe, grazie anche all’acquisizione effettuata nel settembre 2012 delle attività in Atlanta di Cousin Properties. Inoltre, l’acquisizione effettuata il 1° luglio 2013 di Project Solution Group, società situata a Singapore, posiziona C&W Group quale leader di mercato nei servizi da “Project Management” in Asia. Il trend positivo dell’attività V&A, (i cui ricavi netti sono aumentati del 14,3%) è stato possibile anche grazie ad un contratto ottenuto da parte di uno dei maggiori retailer USA.

Il settore Capital Markets (i cui ricavi netti sono aumentati del 27,8% principalmente in EMEA) ha partecipato a numerose operazioni significative, quali la vendita della sede della London Stock Exchange per conto della Mitsubishi Estate Company e ad un’importante transazione nella Repubblica Ceca.

Di seguito è evidenziata la ripartizione dei ricavi lordi e dei ricavi netti per area geografica.

  Progressivi al 30 settembre Variazioni
$  milioni  2013 2012 Assolute %
Americhe 1.233,4 74,1% 1.015,5 73,0% 217,9 21,5
EMEA 301,4 18,1% 284,5 20,4% 16,9 5,9
Asia  130,2 7,8% 92,4 6,6% 37,8 40,9
Ricavi lordi 1.665,0 100,0% 1.392,4 100,0% 272,6 19,6
Americhe 834,7 70,7% 762,4 72,2% 72,3 9,5
EMEA 253,6 21,5% 222,3 21,0% 31,3 14,1
Asia  91,9 7,8% 71,6 6,8% 20,3 28,4
Ricavi netti 1.180,2 100,0% 1.056,3 100,0% 123,9 11,7

I ricavi netti aumentano in tutte le aree geografiche, con un notevole incremento nell’area “Americhe” principalmente negli Stati Uniti, dove i ricavi sono aumentati di $63,8 milioni (10,5%) seguiti dall’area EMEA e Asia.

Di seguito è evidenziata la ripartizione dei ricavi netti per tipologia di servizi:

  Progressivi al 30 settembre  Variazioni
$  milioni 2013 2012 Assolute %
Leasing 563,6 47,8% 547,9 51,9% 15,7 2,9
Capital Markets 171,1 14,5% 133,9 12,7% 37,2 27,8
CIS  293,5 24,9% 241,6 22,9% 51,9 21,5
Valuation & Advisory 139,9 11,9% 122,4 11,6% 17,5 14,3
Business Consulting 12,1 0,9% 10,5 0,9% 1,6 15,2
Ricavi netti 1.180,2 100,0% 1.056,3 100,0% 123,9 11,7

Dal punto di vista delle tipologie di servizi, i ricavi netti evidenziano una  crescita positiva per tutte le linee di servizi con un incremento a due cifre dell’attività “CIS”, “Capital Markets” e “V & A” e “Business Consulting”.

Di seguito si espone il dettaglio delle variazioni dei ricavi netti dei primi nove mesi del 2013 rispetto ai primi nove mesi del 2012, per tipologia di servizi e per area geografica:

  Americhe EMEA ASIA Totale
$  milioni assoluta % assoluta % assoluta % assoluta %
Leasing 5,8 1,3 4,2 5,3 5,7 18,3 15,7 2,9
Capital Markets 16,3 19,2 14,9 37,3 6,0 66,7 37,2 27,8
CIS  34,7 23,4 8,1 11,6 9,1 38,9 51,9 21,5
Valuation & Advisory 15,0 16,6 2,5 9,1 - - 17,5 14,3
Business Consulting 0,5 22,7 1,6 32,7 (0,5) (14,7) 1,6 15,2
Ricavi netti72,39,531,314,120,328,4123,911,7

L’attività “CIS” ha registrato ricavi consistenti in tutte le aree geografiche principalmente grazie alle prestazioni eccellenti delle attività di Facilities Management, Project Management and Property Management. Più in particolare, sono stati acquisiti nuovi importanti clienti nell’ultima parte del 2012 e nel 2013. “Facilities Management” ha contribuito per circa $20,6 milioni all’aumento totale dei ricavi, principalmente nell’area “Americhe” che ha riportato un incremento di $18,2 milioni equamente diviso tra Stati Uniti e America Latina. Project Management ha registrato un incremento di $16,2 milioni, principalmente trainato dagli Stati Uniti e dall’Asia, dove i ricavi sono cresciuti rispettivamente di $6,7 milioni e $6,4 milioni, mentre Property Management ha contribuito per $12,9 milioni, di cui $4,6 milioni in Asia, $4,3 milioni negli Stati Uniti e $4,0 milioni nell’area EMEA. Un ulteriore incremento dei ricavi ($7,6 milioni) si è avuto dall’attività “Client Services Group” (CSG) tramite le società di servizi in Atlanta e Dallas acquisite da Cousins Properties Incorporated e per $4,0 milioni dall’attività Project Management a Singapore. Tali performance sono state conseguite grazie ad una serie di importanti incarichi ottenuti da società in tutto il mondo, tra cui la gestione del portafoglio immobiliare per un totale di 17 milioni di square feet per DLF in India ed un contratto con una società di investimenti negli Stati Uniti per servizi di Property Management e Project Management per un totale di 3,5 milioni di square feet in 5 diversi stati degli Stati Uniti. Infine, Cushman & Wakefield è stata anche nominata dall’Autorità portuale di New York e del New Jersey, Property Manager per le aree comuni e le strutture operative del nuovo World Trade Center campus in Lower Manhattan.

La performance rilevante di “Capital Markets” in tutte le aree geografiche è attribuibile principalmente ai ricavi dell’attività “Investment Sales & Acquisitions” che ha contribuito per $34,2 milioni all’aumento dei ricavi, riflettendo un miglioramento nella fiducia delle imprese a livello mondiale. L’attività Capital Markets ha gestito molti incarichi di alto profilo, assistendo Mitshubishi Estate Company (MEC) nella vendita di “King Edward Court”, sede della London Stock Exchange, alla Oxford Properties per £235 milioni e Aberdeen Asset Management Deutschland AG nella vendita ad una filiale di Starwood Capital Group di “The Park”, un complesso di 12 immobili per uffici a Praga, ad oggi la più grande operazione nella Repubblica Ceca. Infine, Cushman & Wakefield ha rappresentato la St. John’s University nella vendita di 101 Murray Street (il più grande sito di sviluppo residenziale in Lower Manhattan) ad una partnership tra Fisher Brothers e The Witkoff Group per $223 milioni ed ha organizzato la vendita di un immobile per uffici di 30 piani al 113 Argyle Street a Hong Kong per $372 milioni.

L’attività “Valuation & Advisory”, che insieme all’attività “CIS” è una componente importante del piano di sviluppo strategico della Società e delle iniziative legate al miglioramento dei ricavi ricorrenti, ha continuato a crescere costantemente, principalmente negli Stati Uniti, nell’America Latina e in EMEA dove i ricavi sono aumentati rispettivamente di $10,0 milioni (13,0%), di $4,0 milioni (114,5%) e di $2,5 milioni (9,1%). Il trend positivo ha beneficiato di un incarico di portata nazionale per più di 700 department stores e la sede di un noto retailer USA così come delle valutazioni di 1.501 stanze del Mandarin Orchard e di 125.293 square feet del Mandarin Gallery per la OUE Hospitality Trust nell’ambito di una delle più importanti IPO degli ultimi tempi nel settore alberghiero a  Singapore.

I ricavi da Leasing sono aumentati in tutte le regioni grazie alla forte performance del terzo trimestre principalmente per i ricavi generati da “Industrial and Office Leasing” riflettendo la crescente richiesta di spazi, nell’ambito della ripresa economica sostenibile in atto. Cushman & Wakefield rimane ben posizionata per cogliere le opportunità offerte dai mercati in recupero come confermato dalla nomina ad agente esclusivo per la locazione di 75 Rockefeller Plaza e 1221 Avenue of the Americas in Manhattan, e il mandato per la locazione di “The Scalpel”, nuovo immobile in corso di sviluppo di 400.000 square feet a Londra. Cushman & Wakefield è stata anche nominata consulente “Retail & Leisure” per Battersea Power Station di Londra, per 1 milione di square feet e scelta da Syniverse Technologies per un incarico di consulenza strategica per la sede centrale (200.000 square feet). Infine, ha assistito Farmers Insurance per un'operazione di leasing di 500.000 square feet a Los Angeles della durata di12 anni e ha rappresentato Capital One in un contratto di locazione di 243.000 square feet al 299 di Park Avenue a New York.

Nei primi nove mesi del 2013 le spese operative sono aumentate di $59,1 milioni (9,5%) attestandosi a $680,0 milioni, contro $620,9 milioni dei primi nove mesi del 2012. L’incremento è dovuto principalmente all’aumento dei costi del personale e di altri costi diretti in linea con l’aumento dei ricavi e con i progetti di sviluppo previsti dal piano strategico, oltre che da alcuni oneri relativi ad acquisizioni e oneri non ricorrenti legati a costi di riorganizzazione per un valore di circa $1,6 milioni (non inclusi nel calcolo dell’EBITDA rettificato).

Il risultato operativo di C&W Group è aumentato nei primi nove mesi del 2013 di $14,2 milioni, registrando un profitto di $20,5 milioni, rispetto al dato corrispondente del precedente anno ($6,3 milioni).

Gli altri oneri netti ammontano a $8,9 milioni nei primi nove mesi del 2013 in aumento di $4,2 milioni (89,4%) rispetto al dato dei primi nove mesi del 2012 pari a $4,7 milioni. L’incremento deriva principalmente dagli oneri per $3,0 milioni, non inclusi nell’EBITDA rettificato, relativi ad acquisizioni, parzialmente compensati dalle minori perdite da differenze cambio per $0,4 milioni e dal decremento degli oneri netti relativi all’adeguamento della passività verso gli Azionisti di Minoranza per $1,6 milioni, che includono oneri non ricorrenti legati a costi di riorganizzazione per $2,7 milioni non inclusi nell’EBITDA rettificato.

L’EBITDA rettificato ammonta a $56,2 milioni nei primi nove mesi del 2013 e aumenta di $17,3 milioni (44,5%) rispetto all’EBITDA di $38,9 milioni dei primi nove mesi del 2012 che non era stato influenzato da oneri relativi ad acquisizioni né da oneri non ricorrenti relativi alla riorganizzazione. L’EBITDA ammonta a $48,9 milioni in aumento di $10,0 milioni rispetto al dato dei primi nove mesi del 2012.

Nei primi nove mesi del 2013 le imposte e tasse evidenziano un onere fiscale pari a $8,7 milioni ($12,6 milioni al 30 settembre 2012). La diminuzione degli oneri fiscali è principalmente attribuibile alla variazione nella composizione del risultato negativo prima delle imposte tra gli utili generati negli Stati Uniti e le perdite generate all’estero e al decremento dei benefici fiscali su tali perdite.

Il risultato netto rettificato attribuibile ai Soci della controllante dei primi nove mesi del 2013 risulta in pareggio, con un miglioramento di $17,2 milioni rispetto alla perdita di pari importo dei primi nove mesi del 2012.

Al 30 settembre 2013 la posizione finanziaria netta di C&W Group, dedotte le  disponibilità liquide, risulta negativa per $85,0 milioni con una variazione di $2,4 milioni rispetto al saldo negativo di $87,4 milioni, registrato al 31 dicembre 2012. La posizione finanziaria netta al 30 settembre 2012 risultava negativa per $123,3 milioni.

Commercial Register No.64236277 Legal notes | Credits