CNH Industrial

CNH Industrial
(27,18% dell’interesse economico.
Inoltre Fiat detiene il 2,52% dell’interesse economico)






I principali dati consolidati conseguiti dal Gruppo CNH Industrial nel 2013 sono evidenziati di seguito:

 
          Esercizio  
€ milioni 2013 2012(1) Variazioni 
Ricavi netti 25.778 25.785 (7)
Utile (perdita) della gestione ordinaria 1.985 2.063 (78)
Utile (perdita) operativa 1.868 1.846 22
Utile (perdita) consolidata 917 900 17
Utile (perdita) consolidata attribuibile ai Soci della Controllante 789 791 (2)
(1) I valori dell’esercizio 2012 e al 31 dicembre 2012 sono stati coerentemente rideterminati a seguito dell’adozione dell’emendamento allo IAS 19.
 
Saldi al
€ milioni 31.12.2013 31.12.2012 (1)
Totale attivo consolidato 40.941 38.861
(Indebitamento) / Disponibilità nette (16.888) (15.994)
- di cui: (Indebitamento) / Disponibilità nette delle Attività Industriali (1.592) (1.642)
Patrimonio netto attribuibile ai Soci della Controllante 5.504 4.628

Ricavi netti

I ricavi netti del Gruppo CNH Industrial sono stati pari a € 25,8 miliardi, in linea con il 2012; a cambi costanti i ricavi sono aumentati del 4,3%.


          Esercizio  
€ milioni 2013 2012  Variazioni %
Macchine per l'Agricoltura e le Costruzioni 16.006 16.056 (0,3)
Veicoli Industriali 8.752 8.924 (1,9)
Powertrain 3.331 2.933 13,6
Elisioni e altre minori (2.311) (2.128)  
Ricavi netti 25.778 25.785 (0,0)

Nel 2013 le Macchine per l’Agricoltura e le Costruzioni hanno conseguito ricavi pari a € 16,0 miliardi, in linea con il 2012 (+4,7% a cambi costanti) in quanto una domanda forte per le Macchine per l’Agricoltura ha continuato a compensare un contesto di mercato più difficile per il business delle Macchine per le Costruzioni. La ripartizione geografica dei ricavi delle attività industriali è stata la seguente: 43% nell’area NAFTA, 28% nell’area EMEA, 18% in LATAM e 11% nell’area APAC.

I ricavi delle Macchine per l’Agricoltura hanno registrato nell’anno un aumento del 3,6% rispetto al 2012 (+9% a cambi costanti) trainati dai migliori prezzi netti, maggiori volumi e dal favorevole mix prodotto. A cambi costanti tutte le aree geografiche, eccetto l’area Asia-Pacifico, hanno conseguito un aumento dei ricavi. La performance, a livello globale, della quota di mercato delle Macchine per l’Agricoltura è rimasta sostanzialmente stabile sia per i trattori sia per le mietitrebbiatrici. A livello globale, la produzione delle Macchine per l’Agricoltura nel 2013 è risultata allineata alle vendite ai clienti finali, ma inferiore del 17% rispetto alle vendite ai clienti finali nel quarto trimestre, in quanto il Gruppo ha realizzato il rallentamento produttivo programmato per ridurre le scorte di proprietà e della rete di vendita ai livelli stabiliti per la fine del 2013.

I ricavi delle Macchine per le Costruzioni sono diminuiti del 16,4% rispetto al 2012 (-11% a cambi costanti) a causa del permanere di condizioni deboli nella maggior parte delle aree geografiche, solo in parte compensate dall’andamento positivo in America Latina. A livello globale la quota di mercato delle Macchine per le Costruzioni è rimasta sostanzialmente stabile sia per le macchine pesanti sia per quelle leggere. Nel 2013 a livello globale, la produzione delle Macchine per le Costruzioni è stata inferiore del 4% rispetto alle vendite ai clienti finali per effetto delle azioni intraprese nel quarto trimestre per adeguare il livello delle scorte della rete di vendita alla domanda. 

I Veicoli Industriali hanno conseguito ricavi per € 8,8 miliardi, con una crescita dell’1,5% a cambi costanti (-1,9% a cambi effettivi). La modesta ripresa della domanda in Europa, principalmente nel quarto trimestre 2013, e la significativa crescita in America Latina sono state in gran parte compensate dal negativo mix mercato dei prodotti venduti, nonché dal calo delle attività nel business ricambi e assistenza clienti.

Nel 2013 i Veicoli Industriali hanno consegnato globalmente 135.709 veicoli (inclusi i bus e i veicoli speciali), con una diminuzione dell’1% rispetto al 2012. Il calo complessivo è da attribuire per lo più ai veicoli leggeri che hanno registrato nell’anno una diminuzione delle consegne del 7%, principalmente per adeguare le scorte della rete di vendita alla domanda. I volumi sono aumentati per i veicoli medi (+16%), per i veicoli pesanti (+2%) e per gli autobus (+3%). Le consegne sono calate dell’1% nell’area EMEA e aumentate del 15% in America Latina.

I ricavi di Powertrain, pari a € 3,3 miliardi di euro, sono aumentati del 13,6% rispetto al 2012 (+14,6% a cambi costanti) con maggiori volumi di vendita sia verso i clienti del Gruppo sia verso i clienti esterni. Nel 2013 i ricavi verso terzi hanno rappresentato il 34% del totale, in linea con il 2012.

Utile (perdita) della gestione ordinaria

L’utile della gestione ordinaria del Gruppo nel 2013 è stato pari a € 1.985 milioni (margine sui ricavi del 7,7%), con un calo di € 78 milioni determinato in larga parte dai cambi sfavorevoli. Valutato a cambi costanti, l’utile della gestione ordinaria è rimasto in linea con il 2012: i maggiori volumi e il mix favorevole del Segmento Macchine per l’Agricoltura e le Costruzioni, nonché i maggiori ricavi e il migliore utilizzo della capacità produttiva di Powertrain hanno compensato i costi per l’introduzione dei veicoli Euro VI, un mix prodotto e un contesto di prezzi meno favorevoli per il Segmento Veicoli Industriali.


Esercizio
€ milioni 2013 2012(1) Variazioni
Macchine per l'Agricoltura e le Costruzioni 1.783 1.554 229
Veicoli Industriali  101 466 (365)
Powertrain 158 141 17
Elisioni e altre minori (57) (98) 41
Utile della gestione ordinaria 1.985 2.063 (78)
Margine della gestione ordinaria (%)  7,7  8,0  
(1) I valori dell’esercizio 2012 sono stati coerentemente rideterminati a seguito dell’adozione dell’emendamento allo IAS 19.

Nell’anno l’utile della gestione ordinaria delle Macchine per l’Agricoltura e le Costruzioni è salito a € 1.783 milioni, con un miglioramento di € 229 milioni (+14,7%) rispetto al 2012, con un margine sui ricavi dell’11,1% (9,7% nel 2012) che riflette migliori prezzi, mix e produttività rispetto al 2012.

I Veicoli Industriali hanno chiuso il 2013 con un utile della gestione ordinaria di € 101 milioni rispetto ai € 466 milioni del 2012. Il negativo mix mercato e prodotto e la dura competizione sui prezzi hanno continuato a condizionare i margini, principalmente nell’Europa del Sud. In America Latina, i costi di lancio dei nuovi prodotti e l’impatto sfavorevole dei cambi hanno più che compensato l’andamento positivo del mercato e dei prezzi.

Powertrain ha chiuso il 2013 con un utile della gestione ordinaria di € 158 milioni (+12%) e un margine sui ricavi del 4,7%, rispetto ai € 141 milioni del 2012 (margine sui ricavi del 4,8%). Il miglioramento è stato determinato dall’impatto positivo dei maggiori ricavi e dal migliore utilizzo della capacità produttiva, solo in parte compensati dall’incremento dei costi di ricerca e sviluppo finalizzati al mantenimento della leadership tecnologica. 

Utile (perdita) operativa

Nel 2013 l’utile operativo è aumentato di € 22 milioni a € 1.868 milioni, principalmente per effetto di minori costi di ristrutturazione rispetto all’anno precedente.

Utile (perdita) dell’esercizio

Nell’anno gli oneri finanziari netti sono stati pari a € 463 milioni, rispetto a € 467 milioni nel 2012.

Le imposte sul reddito sono risultate pari a € 590 milioni. L’aliquota fiscale effettiva è stata del 39%, leggermente superiore a quanto previsto dal Gruppo per l’intero esercizio principalmente a causa di impatti non ripetibili connessi alla fusione. Per il 2014, il Gruppo CNH Industrial si attende un’aliquota fiscale effettiva tra il 35% e il 38%.

Nel 2013 l’utile netto del Gruppo è stato di € 917 milioni (€ 900 milioni nel 2012), con un risultato per azione di €  0,63 (risultato per azione di € 0,65 nel 2012).

L’utile netto attribuibile ai Soci della controllante nel 2013 è stato di € 789 milioni rispetto ad un utile di € 791 milioni del 2012.

Patrimonio netto

Il Patrimonio netto attribuibile ai Soci della Controllante di CNH Industrial al 31 dicembre 2013 ammonta a € 5.504 milioni rispetto a € 4.628 milioni del 31 dicembre 2012.

Indebitamento netto

Al 31 dicembre 2013 l’indebitamento netto consolidato è pari a € 16.888 milioni (€ 15.994 milioni al 31 dicembre 2012). L’indebitamento netto industriale, pari a € 1.592 milioni al 31 dicembre 2013, è calato di € 50 milioni rispetto a fine 2012.


Saldi al   
€ milioni 31.12.2013 31.12.2012 Variazioni 
Debiti finanziari (21.714) (20.633) (1.081)
- Debiti per anticipazioni su cessioni di crediti (10.679) (9.708) (971)
- Altri debiti finanziari (11.035) (10.925) (110)
Altre attività (passività) finanziarie (1) 121 24 97
Disponibiltà e mezzi equivalenti e titoli correnti 4.705 4.615 90
Indebitamento netto (16.888) (15.994) (894)
Attività industriali (1.592) (1.642) 50
Servizi finanziari (15.296) (14.352) (944)
(1) Include il fair value positivo e negativo degli strumenti finanziari derivati.

Fatti di rilievo successivi al 31 dicembre 2013

Il 28 gennaio 2014, CNH Industrial e BNP Paribas Leasing Solutions, i due azionisti di CNH Industrial Capital Europe, hanno concordato l’estensione delle attività della joint venture anche al business dei Veicoli Industriali di CNH Industrial in Italia, Germania, Francia, Gran Bretagna e in altri importanti mercati europei. L’estensione è stata approvata dall’autorità di vigilanza bancaria francese (ACPR). Già prima di questo accordo, fin dal 1997 la joint venture forniva leasing e finanziamenti ai clienti di CNH Industrial in Europa nei business delle Macchine per l’Agricoltura e per le Costruzioni. La società finanzia attualmente oltre 40.000 clienti in nove Paesi, per un portafoglio complessivo di € 1,7 miliardi. A seguito dell’estensione dell’ambito di attività, CNH Industrial Capital Europe risulta ora la principale società finanziaria captive per tutti i business del Gruppo CNH Industrial nei maggiori Paesi europei. CNH Industrial Capital Europe d’ora in poi utilizzerà i brand CNH Industrial Capital e Iveco Capital nelle comunicazioni con i concessionari e con i clienti.

Commercial Register No.64236277 Legal notes | Credits