Juventus

Juventus

(63,77% del capitale sociale)

 

 

 

Di seguito sono esposti e commentati i dati del terzo trimestre 2013/2014 (corrispondente al periodo  1/1-31/3/2014) di Juventus Football Club S.p.A. desunti dal Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2014:

  III Trimestre  
€ milioni 2013/2014 2012/2013 Variazioni
Ricavi operativi 74.0 74.1 0.1
Costi operativi 57.5 54.8 2.7
Risultato operativo 2.0 5.8 (3.8)
Risultato netto (1.9) 2.6 (4.5)
I dati interinali non possono rappresentare la base per proiezioni riferite all’intero esercizio. Per una corretta interpretazione dei dati si ricorda che l’esercizio sociale di Juventus non coincide con l’anno solare ma copre il periodo 1° luglio – 30 giugno, che è quello di svolgimento della stagione sportiva. L’andamento economico della società è caratterizzato da una forte stagionalità tipica del settore di attività, determinata essenzialmente dalla partecipazione alle competizioni europee, in particolare alla UEFA Champions League, dal calendario degli eventi sportivi e dalle due fasi della Campagna Trasferimenti dei calciatori. Anche l’andamento patrimoniale-finanziario risente della stagionalità delle componenti economiche; inoltre, alcune voci di ricavo presentano una manifestazione finanziaria (incasso) diversa rispetto alla competenza economica.
€ milioni 31.03.2014 30.06.2013 Variazioni
Patrimonio netto 51.6 48.6 3.0
Posizione finanziaria netta (198.9) (160.3) (38.6)

Il risultato del terzo trimestre 2013/2014 evidenzia una perdita di € 1,9 milioni in peggioramento di € 4,5 milioni rispetto all’utile del corrispondente periodo dell’esercizio precedente (€ 2,6 milioni). La variazione negativa deriva sostanzialmente da maggiori costi del personale tesserato (-€ 4,8 milioni), minori ricavi da diritti radiotelevisivi e proventi media (-€ 4,1 milioni), maggiori accantonamenti e altre svalutazioni (-€ 0,8 milioni), maggiori oneri finanziari netti (-€ 0,5 milioni) e maggiori imposte (-€ 0,2 milioni). Tali variazioni negative sono state parzialmente compensate da maggiori proventi da gestione diritti calciatori netti (+€ 3,4 milioni), minori altri oneri (+€ 1,9 milioni) e maggiori ricavi da gare (+€ 1,3 milioni).

Al 31 marzo 2014 l’indebitamento finanziario netto ammonta a € 198,9 milioni ed evidenzia un incremento di € 38,6 milioni rispetto al saldo di € 160,3 milioni del 30 giugno 2013. Tale incremento è stato determinato dagli esborsi delle Campagne Trasferimenti (-€ 43,3 milioni), dagli anticipi versati alla Città di Torino e a vari fornitori per il Progetto Continassa (-€ 5,4 milioni), dagli investimenti in altre immobilizzazioni (-€ 5 milioni), dai flussi delle attività di investimento (-€ 5,6 milioni) e da altre variazioni nette (-€ 0,4 milioni), parzialmente compensati dai flussi positivi della gestione operativa (+€ 21,1 milioni).

Di seguito si evidenziano i fatti di rilievo avvenuti nel primi mesi del 2014

Stagione sportiva

Il 4 maggio 2014 la Prima Squadra ha vinto, per il terzo anno consecutivo, il Campionato di Serie A 2013/2014 (32° scudetto della propria storia) ed ha acquisito l’accesso diretto al Group Stage della UEFA Champions League 2014/2015.

Per quanto concerne le altre competizioni, si ricorda che la Prima Squadra è stata eliminata in semifinale dalla UEFA Europa League e nei quarti di finale dalla Coppa Italia.

Campagna Trasferimenti 2013/2014 – seconda fase

Acquisti e cessioni

Le operazioni perfezionate nella seconda fase della Campagna Trasferimenti 2013/2014 hanno comportato complessivamente un aumento netto del capitale investito pari a € 7,6 milioni derivante da acquisizioni per € 8,1 milioni e da cessioni per € 0,5 milioni (valore contabile netto dei diritti ceduti). Le cessioni hanno generato plusvalenze nette pari a € 6,8 milioni.

L’incasso finanziario netto complessivo (inclusi gli oneri accessori capitalizzati e gli oneri e proventi finanziari impliciti su incassi e pagamenti dilazionati) ammonta a circa € 0,2 milioni.

Rinnovi

Con decorrenza 1° marzo 2014 è stato rinnovato fino al 30 giugno 2018 il contratto di prestazione sportiva del calciatore Kwadwo Asamoah. Tale prolungamento comporta minori ammortamenti nell’esercizio 2013/2014 per €  0,8 milioni.

Progetto Continassa

A inizio gennaio 2014 Juventus ha affidato in esclusiva a Beni Stabili Gestioni S.p.A. – Società di Gestione del Risparmio (“BSG”) l’incarico per la costituzione di un Fondo comune di investimento immobiliare finalizzato allo sviluppo del Progetto Continassa (“Fondo”).

BSG, con il supporto e la collaborazione di Juventus, sta organizzando il reperimento delle risorse finanziarie necessarie al Fondo per il completamento del Progetto Continassa, sia mediante ricorso ad equity proveniente da investitori terzi sia mediante ricorso ad indebitamento finanziario.

Juventus e BSG collaborano inoltre al completamento dell’iter amministrativo, nell’individuazione dei progettisti e delle imprese di costruzione, nonché dei gestori delle attività che si insedieranno nell’area.

Il Progetto Continassa prevede, nell’arco temporale di quattro anni, lo sviluppo urbanistico e la valorizzazione di un’area di circa 180.000 metri quadrati, adiacente allo Juventus Stadium, di cui Juventus ha acquisito il diritto di superficie per 99 anni, rinnovabili, e che sarà conferita e/o ceduta al Fondo.

Utilizzando una Superficie Lorda di Pavimento complessiva di 38.000 mq, si prevede di sviluppare il nuovo Centro di Allenamento e Media della Prima Squadra e la nuova sede sociale di Juventus, un hotel, servizi dedicati alle persone e alle imprese, nonché residenze private.

Progetto di sviluppo dello Juventus Training Center di Vinovo

Nell’ambito del progetto di riorganizzazione dello Juventus Training Center di Vinovo, iniziato due anni fa con la realizzazione dello Juventus College e che proseguirà con lo spostamento della Prima Squadra presso il nuovo training center che sorgerà nell’area della Continassa, nel mese di aprile 2014 Juventus ha raggiunto un accordo preliminare con Campi di Vinovo S.p.A. per acquisire alcuni terreni adiacenti il centro sportivo che, in prospettiva, sarà interamente dedicato al settore giovanile.

I terreni in oggetto, aventi superficie fondiaria di circa 22.900 metri quadrati e una SUL (Superficie Utile Lorda) destinata a terziario pari a 11.830 metri quadrati, permetteranno alla Società di disporre in futuro di nuove aree da destinare ad eventuali ampliamenti del centro e/o altre attività connesse.

Il corrispettivo per l’acquisizione dei terreni (che saranno consegnati completamente urbanizzati e comprensivi dei relativi diritti edificatori) è stato definito in € 10,8 milioni. Tale investimento non comporterà esborsi di cassa in quanto i pagamenti dovuti a Campi di Vinovo avranno la medesima scadenza dell’incasso dei crediti ancora vantati da Juventus nei confronti della stessa.

Inoltre, è in corso di perfezionamento l’acquisto, dal Comune di Vinovo, per € 100 mila, dei diritti edificatori necessari al mantenimento della struttura pressostatica di copertura di uno dei campi d’allenamento o per convertirla in struttura permanente.

Crediti verso Finanziaria Gilardi S.p.A. e Campi di Vinovo S.p.A.

Con riferimento ai crediti verso Finanziaria Gilardi S.p.A. e Campi di Vinovo S.p.A., rispettivamente pari a € 6,9  milioni e € 10,3 milioni in scadenza il 31 dicembre 2013, Finanziaria Gilardi S.p.A. ha proposto a Juventus di dilazionare il pagamento stante la profonda crisi che ha coinvolto tutti i settori economici e finanziari, nonché il ritardo consuntivato nello sviluppo del progetto “Mondo Juve – Parco Commerciale” rispetto alle tempistiche programmate.

Nel mese di febbraio 2014 Juventus, sulla base di tali argomentazioni e a fronte del pagamento da parte di Finanziaria Gilardi S.p.A. di € 2 milioni avvenuto il 31 dicembre 2013, ha concesso alle controparti di dilazionare il pagamento del complessivo credito residuo di € 14,4 milioni secondo la seguente tempistica: € 2 milioni entro il 30 settembre 2014, € 4 milioni entro il 31 dicembre 2015 e € 8,4 milioni entro il 31 luglio 2016. Sulle rate dilazionate maturano interessi a condizioni di mercato a partire dal 1° gennaio 2014.

In aprile, a seguito dell’accordo preliminare per l’acquisto di terreni descritti nel precedente paragrafo, tale tempistica è stata modificata come segue: € 2,1 milioni entro il 30 aprile 2014 (già incassati), € 2 milioni entro il 30 settembre 2014, € 8,7 milioni entro il 31 dicembre 2014 ed € 1,6 milioni entro il 31 luglio 2016. Per Juventus, gli incassi delle prime tre scadenze coincidono con gli esborsi per l’acquisizione dei terreni; l’incasso del residuo credito di € 1,6 milioni è garantito da fideiussione di primario istituto di credito.

Commercial Register No.64236277 Legal notes | Credits