Juventus

Juventus



(63,77% del capitale sociale)

 

 

 

I dati di seguito presentati si riferiscono alla situazione contabile per il periodo 1 gennaio – 30 giugno 2016 predisposta da Juventus F.C. ai fini della redazione del bilancio consolidato abbreviato del Gruppo EXOR al 30 giugno 2016.

juventus1.jpg

juventus-2_1.jpg

I dati interinali non possono rappresentare la base per proiezioni riferite all’intero esercizio.
Per una corretta interpretazione dei dati si ricorda che l’esercizio sociale di Juventus non coincide con l’anno solare ma copre il periodo 1° luglio – 30 giugno, che è quello di svolgimento della stagione sportiva. La situazione contabile in esame rappresenta quindi il secondo semestre di gestione dell’esercizio 2015/2016.
L’andamento economico è caratterizzato da una forte stagionalità tipica del settore di attività, determinata essenzialmente dal calendario degli eventi sportivi e dalle due fasi della Campagna Trasferimenti dei calciatori.
Anche l’andamento patrimoniale-finanziario della Società risente della stagionalità delle componenti economiche; inoltre, alcune voci di ricavo presentano una manifestazione finanziaria (incasso) diversa rispetto alla competenza economica.

Nella predisposizione della presente situazione contabile sono state incluse, qualora significative, le valutazioni degli effetti negativi derivanti dalle operazioni della Campagna Trasferimenti stagione 2016/2017 - prima fase, eseguite o eseguende fino alla data del 31 luglio 2016.

Peraltro, non si può escludere che nella prosecuzione di tale campagna possano essere realizzate ulteriori operazioni i cui eventuali effetti, se negativi e significativi, potrebbero comportare la necessità di effettuare ulteriori svalutazioni e/o accantonamenti da parte di Juventus Football Club, in applicazione dei principi contabili di riferimento, al fine della redazione del Bilancio annuale al 30 giugno 2016.

Il risultato netto del periodo 1° gennaio – 30 giugno 2016 è negativo per € 26,7 milioni ed evidenzia una variazione negativa di € 36,9 milioni rispetto all’utile di € 10,2 milioni dell’analogo periodo dell’esercizio precedente. Tale andamento deriva sostanzialmente dalla diminuzione dei ricavi per € 9 milioni (si ricorda che nel primo semestre 2015 la Società aveva disputato la finale di UEFA Champions League), dagli incrementi dei costi operativi a seguito di maggiori costi per il personale tesserato (€ 5,9 milioni), degli oneri da gestione diritti dei calciatori (€ 3,2 milioni), degli ammortamenti (€ 8 milioni) e degli accantonamenti (€ 2,3 milioni), nonché da altre variazioni nette negative per € 8,5 milioni. Queste ultime includono principalmente maggiori costi per il personale non tesserato (€ 2,4 milioni), maggiori costi per servizi esterni (€ 2,1 milioni), maggiori acquisti di prodotti destinati alla vendita (€ 2,3 milioni), minori ricavi non ricorrenti (€ 1,8 milioni) e la svalutazione di partecipazioni in joint-venture (€ 0,6 milioni), parzialmente compensati da minori imposte (€ 1 milione).

Il Patrimonio netto al 30 giugno 2016 è pari a € 52,7 milioni, in diminuzione rispetto al saldo di € 75 milioni del 31 dicembre 2015 per effetto della perdita del periodo (€ 26,7 milioni), parzialmente compensata dalla variazione positiva della riserva da fair value (€ 4,4 milioni).

Fatti di rilievo del primo semestre 2016 e successivi

Stagione sportiva

Il 25 aprile 2016 la Prima Squadra ha vinto, per il quinto anno consecutivo e con tre giornate di anticipo, il Campionato di Serie A 2015/2016 (34° scudetto della propria storia) e ha acquisito l’accesso al Group Stage della UEFA Champions League 2016/2017.

Licenze UEFA

Il 9 maggio 2016 la Commissione di primo grado delle licenze UEFA presso la FIGC, esaminata la documentazione depositata e verificata la conformità della stessa ai criteri e parametri previsti della normativa, ha rilasciato a Juventus la Licenza UEFA per la stagione sportiva 2016/2017.

Campagna Trasferimenti 2015/2016 – seconda fase

Acquisti e cessioni di diritti pluriennali alle prestazioni sportive di calciatori

Le acquisizioni perfezionate nella seconda fase della Campagna Trasferimenti 2015/2016 e l’esercizio del diritto di opzione per l’acquisto di calciatori hanno comportato complessivamente un aumento del capitale investito di € 16,3 milioni, oltre alla capitalizzazione di premi pari a € 5,8 milioni maturati a favore delle società di provenienza di alcuni calciatori acquistati in precedenti Campagne Trasferimenti.

Rinnovi contratti prestazioni sportive

Nel corso del quarto trimestre dell’esercizio 2015/2016 sono stati rinnovati i contratti di prestazione sportiva dei calciatori Andrea Barzagli e Gianluigi Buffon, entrambi fino al 30 giugno 2018.

Esercizio diritti di opzione

Il 29 aprile 2016 è stato esercitato il diritto di opzione per l’acquisizione a titolo definitivo del calciatore Mario Lemina dall’Olympique de Marseille SASP per un corrispettivo di € 9,5 milioni pagabile in quattro rate. Il valore di acquisto potrebbe incrementarsi di € 1 milione al raggiungimento di determinati obiettivi sportivi nel corso della durata contrattuale.

Inizio attività J Medical

Il 23 marzo 2016 è stato inaugurato il J Medical, centro poliambulatoriale, diagnostico, fisioterapico e di medicina sportiva situato nel Comparto Est dello Juventus Stadium. L’investimento sostenuto da Juventus per la ristrutturazione dei locali, circa 3.500 metri quadrati, è stato pari a circa € 4,9 milioni.

Si ricorda che J Medical S.r.l. è una società a controllo congiunto (joint-venture) di Juventus e Santa Clara S.r.l.

Ottimizzazione delle fonti di finanziamento – nuovo finanziamento con l’Istituto per il Credito Sportivo

Nell’ambito del programma di ottimizzazione delle fonti di finanziamento, nei primi mesi del 2016 sono stati sottoscritti ulteriori accordi per l’ottenimento di linee di credito a medio termine in sostituzione di linee di credito a revoca per € 25 milioni. Pertanto, alla data del 31 luglio 2016 le linee di credito ammontano complessivamente a € 415,3 milioni, di cui € 270,3 milioni a revoca, € 137 milioni a medio-lungo termine e € 8 milioni a breve termine.

Inoltre, l’11 aprile 2016 Juventus ha stipulato un finanziamento di € 10 milioni con l’Istituto per il Credito Sportivo per l’ulteriore sviluppo dell’area dello Juventus Stadium. Dopo i mutui sottoscritti nel 2009 per la costruzione dello stadio, l’Istituto per il Credito Sportivo ha infatti concesso un nuovo mutuo decennale a copertura degli investimenti sostenuti per la ristrutturazione dei locali situati nel Comparto Est dell’impianto e dei recenti lavori di ampliamento dello Juventus Museum. Il mutuo copre inoltre la quota parte dell’investimento effettuato in passato da Juventus per acquisire le aree dove sorgeranno il nuovo Juventus Training & Media Center e la nuova sede sociale, oggi in corso di costruzione da parte del fondo immobiliare J Village.

Campagna Trasferimenti stagione 2016/2017 – prima fase

Le principali operazioni relative alla prima fase della Campagna Trasferimenti 2016/2017 concluse prima del 31 luglio 2016 riguardano gli accordi raggiunti con A.S.Roma per l’acquisizione del calciatore Miralem Pjanic; Cagliari Calcio per la cessione definitiva del calciatore Simone Padoin; Real Madrid Club per la cessione definitiva del calciatore Alvaro Morata; Bayern München AG per l’acquisizione temporanea del calciatore Medhi Benatia; GNK Dinamo Zagreb per l’acquisizione del calciatore Marko Pjaca; nonché l’acquisizione del calciatore Gonzalo Higuain.

Successivamente al 31 luglio 2016 Juventus ha perfezionato l’accordo con Manchester United Football Club Limited per la cessione definitiva del calciatore Paul Labile Pogba e con Cagliari Calcio per la cessione definitiva del calciatore Mauricio Isla.

Commercial Register No.64236277 Legal notes | Credits