Juventus

Juventus

 

 

(63,77% del capitale sociale)

 

 




Di seguito sono esposti e commentati i dati del primo trimestre 2012/2013 (corrispondente al periodo 1/7-30/9/2012) di Juventus Football Club S.p.A. desunti dal Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2012.

  I trimestre I trimestre  
€ milioni 2012/2013 2011/2012 Variazioni
Ricavi operativi 54,6 33,7 20,9
Costi operativi (49,3) (45,0) (4,3)
Risultato operativo (8,8) (24,6) 15,8
Risultato netto (11,6) (26,1) 14,5
  Saldi al    
€ milioni 30.09.2012 30.06.2012   Variazioni
Patrimonio netto 52,9 64,6 (a) (11,7)
Indebitamento finanziario netto 145,8 127,7   18,1
(a) Dato riferito al bilancio chiuso al 30 giugno 2012. Non coincide con il dato relativo alla situazione contabile 1/1-30/6/2012 di Juventus Football Club, predisposta per il consolidamento semestrale in EXOR, a seguito di operazioni avvenute successivamente all’approvazione della Relazione Finanziaria della stessa EXOR. L’effetto di tali operazioni, per EXOR, è evidenziato nel terzo trimestre 2012.

Per una corretta interpretazione dei dati si ricorda che l’esercizio sociale di Juventus non coincide con l’anno solare ma copre il periodo 1° luglio – 30 giugno, che è quello di svolgimento della stagione sportiva.

L’andamento economico è caratterizzato da una forte stagionalità tipica del settore di attività, determinata essenzialmente dal calendario degli eventi sportivi e dalle due fasi della Campagna Trasferimenti dei calciatori. In particolare:

  • il calendario degli eventi sportivi, a cui è correlato il riconoscimento a conto economico delle principali voci di ricavo, ha riflessi sull’andamento dei risultati trimestrali in corso di esercizio e sulla loro comparabilità con quelli dei corrispondenti trimestri di esercizi precedenti; ciò in quanto le principali voci di costo non riferibili a singoli eventi sportivi (quali le retribuzioni dei calciatori e gli ammortamenti relativi ai diritti alle prestazioni degli stessi) sono imputate a conto economico a quote costanti. In particolare, si segnala che i ricavi per i diritti radiotelevisivi del campionato di calcio di Serie A e della Coppa Italia (la cui commercializzazione è gestita in maniera centralizzata da parte della Lega Nazionale Professionisti Serie A) sono imputati a conto economico suddividendo il totale di competenza, comunicato dalla Lega, in parti uguali in base al numero e alla data di svolgimento delle partite casalinghe;
  • la Campagna Trasferimenti dei calciatori, che si svolge nei mesi di luglio e agosto (prima fase) e in gennaio (seconda fase), può determinare effetti economici e patrimoniali significativi nel primo e nel terzo trimestre dell’esercizio.

Anche l’andamento patrimoniale-finanziario della Società risente della stagionalità delle componenti economiche; inoltre, alcune voci di ricavo presentano una manifestazione finanziaria (incasso) diversa rispetto alla competenza economica.

Il primo trimestre dell’esercizio 2012/2013 conferma il trend di netto miglioramento dei risultati economici:

  • ­la perdita, pari a € 11,6 milioni, si è più che dimezzata rispetto a quella di € 26,1 milioni del primo trimestre dell’esercizio 2011/2012;
  • i ricavi, pari a € 54,6 milioni, evidenziano un incremento del 62,1% rispetto al dato di € 33,7 milioni dello stesso periodo dello scorso esercizio;
  • i costi operativi, pari a € 49,3 milioni, seppur in aumento di € 4,3 milioni rispetto al dato del primo trimestre 2011/2012, evidenziano una dinamica di incremento (+9,5% circa) assai più bassa rispetto a quella dei ricavi.

Più in dettaglio, il miglioramento deriva principalmente da maggiori ricavi da gare (+€ 0,8 milioni), dalla partecipazione alla UEFA Champions League (+€ 8,1 milioni), da maggiori ricavi da diritti radiotelevisivi e proventi media (+€ 8 milioni), da maggiori ricavi da sponsorizzazioni (+€ 1,2 milioni) e dall’incremento degli altri ricavi (+€ 3 milioni) riferibili in particolare allo sfruttamento dello Juventus Stadium anche nei giorni non di gara (Museo, tour, eventi). Tali variazioni positive sono state parzialmente compensate da maggiori costi del personale tesserato (-€ 1,9 milioni), da maggiori costi per servizi esterni (-€ 0,6 milioni), da maggiori oneri da gestione diritti calciatori (-€ 0,8 milioni), da maggiori ammortamenti diritti calciatori (-€ 0,5 milioni), da maggiori ammortamenti su altre immobilizzazioni (-€ 0,4 milioni), nonché da maggiori oneri finanziari netti (-€ 0,6 milioni).

Il patrimonio netto al 30 settembre 2012 è positivo per € 52,9 milioni, in diminuzione rispetto al saldo di € 64,6 milioni al 30 giugno 2012, principalmente per effetto della perdita del periodo (-€ 11,6 milioni).

L’indebitamento finanziario netto al 30 settembre 2012 è pari a € 145,8 milioni (€ 127,7 milioni al 30 giugno 2012). Il peggioramento netto di € 18,1 milioni è stato determinato dai flussi di cassa assorbiti dalle attività di investimento (-€ 26,2 milioni) e finanziaria (-€ 1,6 milioni), parzialmente compensato dal flusso di cassa positivo generato dalla gestione operativa (+€ 9,7 milioni).

Fatti di rilievo del primo trimestre 2012

Campagna trasferimenti 2012/2013 – prima fase
Le operazioni perfezionate nella prima fase della Campagna Trasferimenti 2012/2013, svoltasi dal 1° luglio al 31 agosto 2012 (e fino al 6 settembre limitatamente ad alcuni mercati esteri), hanno comportato complessivamente un aumento del capitale investito di € 47,8 milioni derivante da acquisizioni per € 62,7 milioni e cessioni per € 14,9 milioni (valore contabile netto dei diritti ceduti).
Le plusvalenze nette generate dalle cessioni ammontano a € 5,6 milioni. Inoltre, gli acquisti e le cessioni a titolo temporaneo determinano un effetto economico netto positivo per € 0,8 milioni.
L’impegno finanziario netto complessivo, inclusi gli oneri accessori capitalizzati e gli oneri e i proventi finanziari impliciti su incassi e pagamenti dilazionati, è pari a € 42,4 milioni così ripartiti: € 26 milioni nell’esercizio 2012/13, € 8 milioni nell’esercizio 2013/14 e € 8,4 milioni nell’esercizio 2014/15.

Campagna abbonamenti 2012/2013
La Campagna Abbonamenti per la stagione 2012/2013 si è chiusa ufficialmente con la sottoscrizione di tutte le 27.400 tessere a disposizione per gli abbonamenti, con un ricavo netto di € 19,8 milioni, inclusi i Premium Seats e i servizi aggiuntivi. L’incremento rispetto alla stagione sportiva 2011/2012 è pari all’11,7% sul numero degli abbonamenti e al 30,3% in termini di ricavi netti.

Nuova sponsorizzazione Jeep
A seguito di un accordo triennale sottoscritto il 23 luglio 2012, il Gruppo Fiat è divenuto l’unico sponsor di maglia di Juventus, per tutte le competizioni, a fronte di un corrispettivo fisso complessivo di € 35 milioni, oltre alla fornitura di vetture del gruppo. Nella stagione sportiva in corso compare sulle maglie da gioco il marchio Jeep.

Progetto Continassa
Il 24 luglio 2012 Juventus e Città di Torino hanno sottoscritto, un aggiornamento del Protocollo di Intesa dell’11 giugno 2010, finalizzato alla riqualificazione e valorizzazione dell’area adiacente allo Juventus Stadium, denominato “Area Continassa”, attualmente in condizioni di abbandono e degrado.
Il progetto di massima presentato da Juventus prevede l’acquisizione per un periodo di 99 anni, rinnovabile, del diritto di superficie su parte dell’Area Continassa, pari a 180.000 mq, e della relativa SLP (Superficie Lorda di Pavimento), pari a 33.000 mq, destinati alla realizzazione di attività di natura commerciale, sportiva, culturale e residenziale. Nell’ambito della stessa area sarebbe inoltre trasferita una SLP di 5.000 mq, già detenuta da Juventus, destinata alla nuova sede sociale.
Previa adozione di tutti gli strumenti urbanistici e liberazione dell’intera area da persone e/o cose da parte della Città di Torino, entro il termine del 24 luglio 2013 il progetto definitivo dovrà essere oggetto della stipula di una specifica convenzione attuativa tra le parti.

Fatti di rilievo successivi al primo trimestre 2012

Deliberazioni dell’Assemblea ordinaria degli Azionisti del 26 ottobre 2012
L’Assemblea degli Azionisti del 26 ottobre 2012 ha approvato il bilancio di esercizio al 30 giugno 2012 che si è chiuso con una perdita di € 48,7 milioni coperta mediante l’utilizzo della riserva da sovrapprezzo azioni. Conseguentemente non sono stati deliberati dividendi.
L’Assemblea ha inoltre determinato in dieci il numero dei componenti del Consiglio di Amministrazione per gli esercizi 2012/2013, 2013/2014 e 2014/2015, nominando amministratori Andrea Agnelli, Maurizio Arrivabene (Amministratore Indipendente), Giulia Bongiorno (Amministratrice Indipendente), Paolo Garimberti (Amministratore Indipendente), Assia Grazioli Venier (Amministratrice Indipendente), Giuseppe Marotta, Aldo Mazzia, Pavel Nedved, Enrico Vellano e Camillo Venesio (Amministratore Indipendente).

È stato altresì nominato il Collegio Sindacale, composto da Paolo Piccatti (Presidente), Silvia Lirici, e Roberto Longo (Sindaci effettivi). Sindaci supplenti sono stati nominati Nicoletta Paracchini e Roberto Petrignani.
L’Assemblea ha quindi conferito, su proposta motivata del Collegio Sindacale, l’incarico di revisione legale dei conti per gli esercizi 2012/2013-2020/2021 a Reconta Ernst & Young S.p.A.

Ispezione Consob - contestazioni
Con riferimento alla verifica ispettiva della Consob, svoltasi tra il 20 ottobre 2011 e il 22 febbraio 2012, in data 2 ottobre 2012 sono pervenute contestazioni, ai sensi dell’art. 195 del D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 per presunte violazioni dell’art. 114, comma 1, del medesimo decreto e dell’art. 66, comma 1 e 2, del Regolamento Emittenti, per:

  • non aver riportato nel comunicato del 23 giugno 2011 elementi, relativi alla situazione economico-patrimoniale della Società e ai prevedibili effetti legati alla stessa, idonei a consentire una valutazione completa e corretta degli eventi e delle circostanze ivi rappresentati e a diffondere senza indugio ogni modifica significativa delle informazioni privilegiate già rese note al pubblico;
  • non aver fornito tempestivamente al mercato alcun elemento informativo in merito all’evoluzione della controversia sui proventi relativi ai diritti televisivi e in particolare sui “bacini d’utenza”, alla decisione in materia presa dall’Assemblea di Lega della Serie A l’8 luglio 2011 e ai relativi effetti economico-patrimoniali, se non dopo vari mesi dagli eventi e solo a seguito della richiesta della Consob.

La Società ha predisposto una memoria contenente le proprie deduzioni che è stata trasmessa alla Consob in data 31 ottobre 2012 nei termini previsti dal procedimento.

Commercial Register No.64236277 Legal notes | Credits