Evoluzione prevedibile della gestione

EXOR S.p.A. prevede per l’esercizio 2013 un risultato positivo.

A livello consolidato l’esercizio 2013 dovrebbe evidenziare risultati economici positivi che, peraltro, dipenderanno in larga misura dall’andamento delle principali società partecipate. Di seguito sono esposte le previsioni dalle stesse formulate e riportate nei rispettivi documenti finanziari al 31 dicembre 2012.

Gruppo Fiat Industrial

Sulla base delle performance registrate dal Gruppo e delle aspettative circa il permanere di condizioni di mercato solide per tutti i settori, in particolare per CNH, Fiat Industrial fissa gli obiettivi per il 2013 come segue:

  • ricavi in crescita del 5%;
  • margine della gestione ordinaria tra 8,3% e 8,5%;
  • indebitamento netto industriale tra € 1,1 e € 1,4 miliardi.

Gruppo Fiat

Il Gruppo Fiat ha delineato alla fine del terzo trimestre del 2012 la propria direzione strategica in risposta alla prolungata crisi del settore automobilistico in Europa, accentuata da una più ampia crisi economica. Allo stesso tempo il Gruppo Fiat ha anche fornito un aggiornamento al proprio piano per il 2013 e il 2014. Le condizioni dei mercati NAFTA, LATAM e APAC continuano a supportare le proiezioni finanziarie fatte per il 2013, e, mentre per il mercato europeo persistono significativi livelli di incertezza, il Gruppo Fiat conferma i propri obiettivi per il 2013 in linea con il piano aggiornato, come segue:

  • ricavi nell’intervallo tra € 88 e € 92 miliardi;
  • utile della gestione ordinaria nell’intervallo tra € 4 e € 4,5 miliardi;
  • utile netto nell’intervallo tra € 1,2 e € 1,5 miliardi;
  • indebitamento netto industriale di circa € 7 miliardi.

C&W Group

In un contesto di condizioni di mercato sfavorevoli, nel quale la Società ha messo in atto molteplici iniziative a supporto di una strategia di sviluppo, C&W è stata in grado di chiudere il 2012 con un incremento dei ricavi netti e dell’EBITDA rispettivamente dell’1,6% e del 14,9%, come si evince dai risultati del quarto trimestre 2012, che rafforzano il trend positivo.
Cushman & Wakefield persiste nell’obiettivo di rafforzamento della propria quota di mercato nelle aree strategiche a livello mondiale; la Società prevede di trarre vantaggio dalla solidità del suo marchio e da prospettive economiche in crescita nel 2013.

Almacantar

Nel primo trimestre del 2013, Almacantar ha continuato nella sua attività finalizzata ad ottenere le concessioni edilizie necessarie al cambiamento di destinazione d’uso di Centre Point e Marble Arch Tower e a massimizzare la redditività degli immobili prima dell’inizio dei lavori di ristrutturazione. Il mercato immobiliare londinese dovrebbe rimanere stabile grazie alla continua richiesta di spazi in locazione da parte degli operatori e all’interesse da parte degli investitori istituzionali. Almacantar, infine, valuterà ulteriori opportunità di investimento.
Come previsto, il risultato del 2012 di Almacantar è stato positivo. Si prevede che i risultati positivi continueranno per il primo trimestre 2013 grazie ai ricavi da locazione generati dagli immobili attualmente posseduti.

Juventus Football Club

Per l’esercizio 2012/2013 si prevede un risultato economico negativo, seppur in netto miglioramento rispetto all’esercizio precedente in quanto, a fronte degli effetti economici negativi (ammortamenti e retribuzioni) derivanti dal processo di rinnovamento della rosa della Prima Squadra, la Società beneficia dei ricavi derivanti dalla partecipazione alla UEFA Champions League e di un ulteriore moderato incremento dei ricavi da stadio e da diritti radiotelevisivi.
Peraltro, l’andamento sportivo nel finale della stagione potrà ancora avere riflessi, anche significativi sul risultato dell’esercizio.

Commercial Register No.64236277 Legal notes | Credits