Evoluzione prevedibile della gestione

EXOR S.p.A. prevede per l’esercizio 2012 un risultato positivo.

A livello consolidato l’esercizio 2012 dovrebbe evidenziare risultati economici positivi che, peraltro, dipenderanno in larga misura dall’andamento delle principali società partecipate. Di seguito sono esposte le più recenti previsioni dalle stesse formulate.

Gruppo Fiat Industrial

Sulle base delle performance registrate dal Gruppo FIAT Industrial e delle aspettative circa il permanere di condizioni di mercato forti per tutti i settori, in particolare per CNH, Fiat Industrial ha fissato gli obiettivi per il 2012 nel modo seguente:

  • ricavi pari a circa € 25 miliardi;
  • risultato della gestione ordinaria tra € 1,9 e € 2,1 miliardi;
  • risultato netto di circa € 0,9 miliardi;
  • indebitamento netto industriale tra € 1,0 e € 1,2 miliardi;
  • cassa e mezzi equivalenti superiori a € 4 miliardi;
  • investimenti tra € 1,2 e € 1,4 miliardi.

Gruppo Fiat

Durante la presentazione dei risultati semestrali 2012, Fiat ha confermato il proprio impegno a proseguire lungo le direttrici strategiche delineate dai piani quinquennali presentati a novembre 2009 per Chrysler e ad aprile 2010 per Fiat.

In particolare, avendo riesaminato le condizioni economiche e di mercato nelle quattro aree geografiche di riferimento, sono state confermate le aspettative di risultato per il Nord America, l'America Latina e l'Asia-Pacifico.

Gli eventi degli ultimi 12 mesi hanno generato dubbi circa le assunzioni in termini di volumi su cui si basano il mercato complessivo e i piani di sviluppo del Gruppo in Europa fino al 2014. Il livello di incertezza riguardante l’attività economica nell’Eurozona nel futuro prevedibile, ha reso poco attendibili le proiezioni puntuali dei risultati finanziari.

Il Gruppo ha pertanto fornito le indicazioni relative ai target per il 2012 in termini di intervalli di valori, che considerano il perdurare delle attuali depresse condizioni di mercato in Europa fino ad una graduale stabilizzazione solo alla fine del 2012.

Di conseguenza, i target 2012 comunicati dal Gruppo Fiat sono i seguenti:

  • ricavi superiori a € 77 miliardi;
  • utile della gestione ordinaria tra € 3,8 e € 4,5 miliardi;
  • utile netto tra € 1,2 e € 1,5 miliardi;
  • indebitamento netto industriale tra € 5,5 e € 6,0 miliardi.

Il Gruppo Fiat si aspetta di poter articolare gli impatti della situazione economica nell’Eurozona sul proprio piano fino al 2014 in occasione della comunicazione dei propri risultati del terzo trimestre 2012.

C&W Group

C&W Group resta focalizzato sul raggiungimento dei suoi obiettivi; per quanto concerne le aspettative per il 2012 si prevede un’ulteriore crescita dei ricavi e dell’EBITDA rispetto al 2011. E’ confermata la cautela circa l’andamento economico globale a causa della crisi finanziaria e delle incertezze in Europa che rendono i principali protagonisti del mercato immobiliare conservatori e avversi al rischio e limitano la crescita globale.

Almacantar

Nel 2012, Almacantar continuerà nella sua attività finalizzata ad accrescere il valore dei suoi investimenti nel centro di Londra (Center Point, Marble Arch Tower e CAA House). L’acquisizione di CAA House è stata completata nel mese di luglio 2012. Una richiesta di concessione edilizia per convertire Centre Point Tower in appartamenti residenziali esclusivi è stata presentata nel mese di maggio 2012. Il mercato immobiliare londinese dovrebbe rimanere stabile grazie alla continua richiesta di spazi da affittare e alla domanda da parte di investitori istituzionali. Almacantar ritiene di avere ulteriori opportunità nel mercato immobiliare.

Come previsto, il risultato del primo semestre 2012 di Almacantar è stato positivo. Si prevede che i risultati positivi continueranno per tutto il 2012 grazie ai ricavi da locazione generati dagli immobili attualmente posseduti.

Juventus Football Club

Per l’esercizio 2011/2012 è prevista una perdita significativa, peraltro inferiore a quella dell’esercizio precedente. Il risultato è ancora negativamente influenzato dalla mancata partecipazione alla UEFA Champions League e dagli effetti economici derivanti dal processo di rinnovamento della rosa della Prima Squadra, anche se i ricavi hanno beneficiato ulteriormente dell’apertura del nuovo stadio di proprietà della Società, nonché di un moderato incremento dei ricavi generati dalla vendita centralizzata dei diritti televisivi.

Commercial Register No.64236277 Note legali | Credits