Sequana

(28,24% del capitale tramite EXOR S.A.)

 

Di seguito si riepilogano i risultati consolidati del Gruppo Sequana al 31 marzo 2012:

  I Trimestre  
€ milioni 2012 2011 Variazioni
Ricavi netti 984 1.016 (32,0)
Risultato operativo lordo 40 41 (1,0)
Risultato operativo corrente 23 25 (2,0)
Risultato netto corrente 9 11 (2,0)
Risultato netto consolidato del Gruppo 3 24 (21,0)

Nel primo trimestre del 2012, il volume d’affari si è attestato a € 984 milioni contro € 1.016 milioni dei primi tre mesi dell’esercizio 2011. La riduzione del fatturato del -3,2% (-3,8% a tassi di cambio costanti) riflette la diminuzione della domanda nel segmento della carta per la stampa e la scrittura, sia nella distribuzione (-5%), sia nella produzione (-6%) in un contesto di pressione sui prezzi finali di vendita.

Il risultato operativo lordo è stato pari a € 40 milioni (-4,3%) rispetto ai € 41 milioni del 2011, nonostante l’impatto positivo dell’abbassamento del costo delle materie prime e l’ulteriore riduzione della base dei costi fissi. Il Margine operativo lordo resta stabile e rappresenta il 4,0% del fatturato. Il Risultato operativo corrente è stato pari a € 23 milioni rispetto ai € 25 milioni del primo trimestre 2011.

Il risultato netto corrente è stato pari a € 9 milioni contro € 11 milioni del primo trimestre 2011. Dopo gli elementi straordinari (principalmente dovuti ai costi di ristrutturazione di Antalis e Arjowiggins), il Risultato netto del gruppo si è attestato a € 3 milioni contro i € 24 milioni del 2011, che includono la plusvalenza sulla cessione delle attività di Forniture per ufficio di Antalis per € 17 milioni.

Finalizzazione dell’accordo sul rinnovo delle linee bancarie
Il 30 aprile 2012 il Gruppo Sequana ha finalizzato un accordo con gli istituti bancari al termine del quale le linee di credito attuali sono state rinnovate fino al 30 giugno 2014. La società ha depositato i documenti relativi all’accordo presso l’Autorité des marchés financiers (AMF) il 30 aprile 2012.

Antalis
Nel primo trimestre 2012, la domanda di carta per la stampa e la scrittura ha continuato a diminuire in Europa.
La riduzione della domanda è stata più marcata nel Benelux, nella penisola iberica, nei Paesi nordici ed in Svizzera. L’attività è stata comunque migliore in Francia, nei Paesi dell’est ed in Germania. I mercati extra europei (Sud America, Asia) e le attività non legate alla carta (Imballaggi, Comunicazione visiva) sono stati positivi. Nel segmento dell’Imballaggio, l’integrazione a partire dal 2012 con Ambassador nel Regno Unito e Pack 2000 in Germania ha contribuito alla crescita di questa attività. Nel complesso i ricavi si sono attestati a € 691 milioni, in diminuzione del -3,7% rispetto al primo trimestre 2011 (-3,9% a tassi di cambio costanti).

Arjowiggins
I ricavi si sono attestati a € 363 milioni, in diminuzione del -3,2% (-4,4% a tassi di cambio costanti) rispetto al primo trimestre 2011.
Questa diminuzione proviene essenzialmente dalla riduzione della domanda di carta per la stampa e la scrittura negli Stati Uniti e in Europa, e dal peggioramento del mix di prodotti nella carta di alta gamma. Nelle attività speciali, la domanda di carta eco-compatibile in Europa e pasta riciclata ha tenuto bene. Le attività Soluzioni per la Sicurezza e Medicali/Ospedaliere sono state particolarmente dinamiche.

Commercial Register No.64236277 Note legali | Credits