Evoluzione prevedibile della gestione

EXOR S.p.A. prevede per l’esercizio 2014 un risultato positivo.

A livello consolidato l’esercizio 2014 dovrebbe evidenziare risultati economici positivi che, peraltro, dipenderanno in larga misura dall’andamento delle principali società partecipate. Di seguito sono esposte le previsioni dalle stesse formulate e riportate nei rispettivi documenti finanziari al 31 dicembre 2013.

Gruppo CNH Industrial

Il Gruppo CNH Industrial si attende che i previsti miglioramenti delle performance operative dei business Veicoli Industriali e Macchine per le Costruzioni, uniti al continuo conseguimento di efficienze industriali, compensino la flessione della domanda di macchine per l’agricoltura prevista per il 2014. Di conseguenza CNH Industrial fissa gli obiettivi per il 2014 come segue:

  • ricavi da stabili a in crescita del 5%;
  • margine della gestione ordinaria tra 7,8% e 8,2%;
  • indebitamento netto industriale tra € 1,5 e € 1,7 miliardi.

Gruppo Fiat

Come già annunciato e ora con più rilievo a seguito dell’acquisizione della quota minoritaria di Chrysler precedentemente detenuta dal VEBA Trust, il Gruppo Fiat presenterà un piano aggiornato all’inizio di maggio 2014 per fornire una maggiore visibilità sulla direzione strategica del Gruppo e sulle priorità in termini di esecuzione. Ciononostante, il Gruppo Fiat indica i seguenti obiettivi per il 2014:

  • ricavi di circa € 93 miliardi;
  • utile della gestione ordinaria tra circa € 3,6 e € 4,0 miliardi;
  • utile netto tra circa € 0,6 e € 0,8 miliardi, con un utile per azione (EPS) in miglioramento da circa € 0,10 (esclusa gestione atipica) a un intervallo tra circa € 0,44 e € 0,60. L’obiettivo considera un aumento di € 0,5 miliardi dell’onere relativo alla fiscalità differita in conseguenza delle imposte differite attive nette relative a Chrysler rilevate a fine 2013;
  • indebitamento netto industriale compreso tra € 9,8 miliardi e € 10,3 miliardi, tenendo anche in considerazione il pagamento (€ 2,7 miliardi) per l’acquisizione della restante quota del 41,5% di Chrysler dal VEBA Trust avvenuta il 21 gennaio 2014 e l’effetto derivante dall’adozione dell’IFRS 11 – Joint Arrangements, dal 1° gennaio 2014 (pari a circa € 0,3 miliardi).

C&W Group

Nonostante le condizioni economiche deboli di molti dei mercati emergenti, Cushman & Wakefield ha generato ricavi e risultato operativo in crescita per l’intero esercizio 2013 pur continuando ad investire nelle proprie iniziative. C&W Group tramite la sua presenza globale ha incrementato l’attività ed ha ottenuto un numero maggiore di transazioni ed incarichi, risultato di una maggiore fiducia tra gli operatori e di un ulteriore sforzo della società.

C&W Group prevede un ulteriore miglioramento dell’attività nel 2014 e rimane focalizzata sul rafforzamento della quota di mercato nei mercati di riferimento a livello mondiale.

Almacantar

Nell’ultimo trimestre del 2013, Almacantar ha proseguito nella sua attività di riqualificazione di Centre Point, di ottenimento delle concessioni edilizie necessarie per il progetto Marble Arch Tower/Edgware Road, e di massimizzazione della redditività degli immobili prima dell’inizio dei lavori di ristrutturazione.

Almacantar è intenzionata a incrementare ulteriormente il portafoglio esaminando nuove opportunità di investimento.

Il mercato immobiliare londinese dovrebbe rimanere stabile grazie alla continua richiesta di spazi in locazione da parte degli operatori e all’interesse da parte degli investitori istituzionali.

La Società prevede un risultato positivo per l’esercizio 2014.

Juventus Football Club

Nel corso della prima fase della Campagna Trasferimenti 2013/2014 Juventus ha effettuato significativi investimenti per rafforzare ulteriormente la rosa della Prima Squadra e aumentarne la competitività.

Allo stato attuale è ipotizzabile che il conseguente incremento dei costi relativi alla gestione sportiva non sarà compensato completamente da incrementi di ricavi a causa dell’eliminazione dalla UEFA Champion League.

Peraltro, l’avanzamento della Prima Squadra nel torneo di UEFA Europa League in corso e le azioni di ottimizzazione che saranno poste in essere potrebbero contribuire a ridurre, anche significativamente, la perdita dell’esercizio in corso che, attualmente, è prevista superiore a quella dell’esercizio 2012/2013.

Nel secondo semestre 2013/2014 la gestione sarà comunque focalizzata sull’obiettivo di proseguire nel trend di miglioramento dei risultati economici evidenziato nel corso degli ultimi due esercizi.

Commercial Register No.64236277 Note legali | Credits