Juventus

 

 

(63,77% del capitale sociale)

 

 

 

Di seguito sono esposti e commentati i dati del primo trimestre 2013/2014 (corrispondente al periodo 1/7-30/9/2013) di Juventus Football Club S.p.A. desunti dal Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2013.

  I Trimestre  
€ milioni 2013/2014 2012/2013 Variazioni
Ricavi operativi 55,6 54,6 1,0
Costi operativi (55,9) (49,3) (6,6)
Risultato operativo (14,9) (8,8) (6,1)
Risultato netto (18,4) (11,6) (6,8)
  Saldi al    
€ milioni 30.09.2013 30.06.2013   Variazioni
Patrimonio netto 30,3 48,6 (a) (18,3)
Indebitamento finanziario netto 178,2 160,3   17,9
(a) Dato riferito al bilancio chiuso al 30 giugno 2013. Non coincide con il dato relativo alla situazione contabile 1/1-30/6/2013 di Juventus Football Club, predisposta per il consolidamento semestrale in EXOR, a seguito di operazioni avvenute successivamente all’approvazione della Relazione Finanziaria della stessa EXOR. L’effetto di tali operazioni, per EXOR, è evidenziato nel terzo trimestre 2013. I dati interinali non possono rappresentare la base per proiezioni riferite all’intero esercizio. Per una corretta interpretazione dei dati si ricorda che l’esercizio sociale di Juventus non coincide con l’anno solare ma copre il periodo 1°luglio – 30 giugno, che è quello di svolgimento della stagione sportiva. L’andamento economico è caratterizzato da una forte stagionalità tipica del settore di attività, determinata essenzialmente dal calendario degli eventi sportivi e dalle due fasi della Campagna Trasferimenti dei calciatori. Anche l’andamento patrimoniale-finanziario della Società risente della stagionalità delle componenti economiche; inoltre, alcune voci di ricavo presentano una manifestazione finanziaria (incasso) diversa rispetto alla competenza economica

Il primo trimestre dell’esercizio 2013/2014 si è chiuso con una perdita di € 18,4 milioni, che evidenzia una variazione negativa di € 6,8 milioni rispetto alla perdita di € 11,6 milioni dell’analogo periodo dell’esercizio precedente. Tale andamento deriva da un incremento dei costi operativi per € 6,7 milioni e da un contenuto aumento dei ricavi per € 1 milione anche per effetto della diversa ripartizione temporale delle partite (una partita in meno disputata in casa), nonché da altre variazioni nette negative per € 1,1 milioni. Queste ultime includono maggiori oneri finanziari netti (€ 0,4 milioni), maggiori ammortamenti dei diritti calciatori (€ 0,4 milioni) e, infine, maggiori imposte sul reddito (€ 0,3 milioni).

Al 30 settembre 2013 l’indebitamento finanziario netto ammonta a € 178,2 milioni ed evidenzia un incremento di € 17,9 milioni rispetto al saldo di € 160,3 milioni del 30 giugno 2013. Tale incremento deriva principalmente dai flussi di cassa assorbiti dalle attività di investimento (€ 10,9 milioni), dalla gestione operativa (€ 4,9 milioni) e da altre variazioni minori (€ 2,1 milioni).

Al 30 settembre 2013 il patrimonio netto ammonta a € 30,3 milioni, in diminuzione rispetto al saldo di € 48,6 milioni al 30 giugno 2013 per effetto della perdita di periodo (-€ 18,4 milioni) e di altre variazioni nette (€ 0,1 milioni).

Fatti di rilievo avvenuti nel primo trimestre 2013/2014 e successivi

Stagione sportiva
Il 18 agosto 2013 la Prima Squadra ha vinto la sesta Supercoppa Italiana della sua storia e il 26 settembre la squadra Primavera ha vinto la Supercoppa Italiana di categoria.

Campagna trasferimenti 2013/2014 – prima fase
Le operazioni perfezionate nella prima fase della Campagna Trasferimenti 2013/2014, svoltasi dal 1° luglio al 2 settembre 2013, hanno comportato complessivamente un aumento del capitale investito di € 38,4 milioni derivante da acquisizioni per € 65,7 milioni e cessioni per € 27,3 milioni (valore contabile netto dei diritti ceduti).

Le plusvalenze nette generate dalle cessioni ammontano a € 13,1 milioni.
L’impegno finanziario netto complessivo, inclusi gli oneri accessori capitalizzati, nonché gli oneri e i proventi finanziari impliciti su incassi e pagamenti dilazionati, è pari a € 25 milioni.

Campagna abbonamenti 2013/2014
La Campagna Abbonamenti per la stagione 2013/2014 si è chiusa con la vendita di tutte le 28.000 tessere a disposizione con un ricavo netto di € 20,1 milioni, inclusi i Premium Seats e i servizi aggiuntivi, contro i € 19,8 milioni della stagione precedente.

Progetto Area Continassa
In data 30 luglio 2013 è stato presentato il Piano Esecutivo Convenzionato (PEC) ai competenti uffici della Città di Torino.
Nell’Area, presa in carico da Juventus il 12 settembre 2013, sono iniziati i lavori di recinzione e messa in sicurezza dei luoghi, nonché le prime opere preparatorie e propedeutiche all’inizio dei lavori previsti nel PEC e nel collegato Progetto Ambientale. Allo stato attuale, si prevede che il Progetto possa operativamente completarsi nell’arco dei prossimi 4 anni.

Inaugurazione Legends Club
Con l’inizio della stagione sportiva 2013/2014 è stata inaugurata una nuova tribuna dello Juventus Stadium, di circa 320 posti, denominata Legends Club, che offre agli spettatori poltrone ad altissimo comfort, un menu completo con servizio al tavolo e vista sul campo di gioco. Il Legends Club è venduto per singola partita ed amplia la gamma di servizi premium offerti allo Juventus Stadium.

Juventus College
Il 4 settembre 2013 presso lo Juventus College ha avuto inizio l’anno scolastico 2013/2014. A partire da quest’anno, secondo anno di attività del college bianconero, le classi ospitate sono quattro, una in più rispetto allo scorso anno ed è entrato in funzione il nuovo refettorio. Sono inoltre in corso i lavori di ampliamento della struttura che, a partire dal prossimo anno, ospiterà anche la quinta classe e nuovi laboratori.
Nel mese di settembre 2013 l’European Club Association (ECA) ha riconosciuto il J College come il miglior progetto per l’educazione e la crescita dei ragazzi, tra tutti quelli varati dai club europei e dedicati al Settore Giovanile, ed ha premiato la Società con l’“ECA Best Achievement Award” nella sezione “Youth Development”.

Ispezione Consob
In data 19 settembre 2013 è stata notificata la delibera con la quale la Consob ha deliberato di applicare una sanzione amministrativa pecuniaria di € 50.000 in relazione a contestazioni su informativa di mercato. Il 18 ottobre Juventus, pur ritenendo di avere sempre ben agito in termini di informativa di mercato, ha pagato la sanzione rinunciando al ricorso alla Corte d’Appello.

Nuova sponsorizzazione tecnica
Il 24 ottobre è stato perfezionato un accordo con adidas International Marketing B.V. (“adidas”) per la sponsorizzazione tecnica a partire dalla stagione sportiva 2015/2016.
Adidas diventerà sponsor tecnico di tutte le squadre Juventus a fronte di un corrispettivo fisso complessivo per i sei anni di durata del rapporto pari a € 139,5 milioni. Tale importo non include le forniture annuali di materiale tecnico e i premi variabili legati ai risultati sportivi di Juventus.
Adidas gestirà inoltre le attività di licensing e di merchandising di Juventus a fronte di un corrispettivo fisso di € 6 milioni all’anno.
Juventus beneficerà anche di royalties addizionali al superamento di determinati volumi di vendita.
Fino al 30 giugno 2015, e quindi per tutta la stagione in corso e per la prossima (2014/2015), Juventus proseguirà la collaborazione con Nike quale sponsor tecnico e licenziatario.

Procedimento Mutu/Chelsea
Il 7 ottobre 2013 è stato notificato alla Società il provvedimento con cui la Dispute Resolution Chamber della FIFA, a seguito dell’udienza del 25 aprile 2013, ha adottato la decisione sfavorevole a Juventus di corresponsabilità, in solido con il giocatore Adrian Mutu, nel pagamento al Chelsea FC plc dei danni derivanti dal licenziamento per grave inadempimento del giocatore.
La suddetta decisione si fonda su precedenti vicende giudiziarie derivanti dal licenziamento nel 2005 del giocatore Mutu da parte del Chelsea a seguito dell'assunzione da parte del calciatore stesso di sostanze stupefacenti. Tali vicende, evidentemente, hanno visto coinvolti esclusivamente il Chelsea e Mutu, non avendo Juventus, in alcun modo, contribuito all'inadempimento del giocatore.
In data 29 ottobre 2013 la Società ha depositato appello avverso il provvedimento della FIFA innanzi al Tribunal Arbitral du Sport (TAS). La presentazione dell’appello, come da costante giurisprudenza del TAS, sospende l'esecutività del citato provvedimento.
Juventus ritiene di avere validi argomenti a sostegno della propria posizione e, pertanto, ritiene poco probabile il rischio di soccombenza nel procedimento. Avverso una decisione sfavorevole del TAS, sarà comunque possibile proporre ricorso al Tribunale Federale Svizzero.

 

Commercial Register No.64236277 Note legali | Credits