Juventus

 (63,77% del capitale sociale)

 

 

 

 

Di seguito sono esposti i risultati del primo semestre dell’esercizio 2015/2016 di Juventus Football Club S.p.A:

  I SemestreI Semestre  
€ milioni 2015/20162014/2015 Variazioni
Ricavi operativi 204,5156,2 48,3
Costi operativi 140,4119,4 21,0
Risultato operativo 38,12,4 35,7
Risultato netto 30,3(6,7) 37,0
  Saldi al  
€ milioni 31.12.2015 30.06.2015 Variazioni
Patrimonio netto 75,0 44,6 (7,1)
Indebitamento finanziario netto (197,3) (188,9) (8,4)
I dati interinali non possono rappresentare la base per proiezioni riferite all’intero esercizio. Per una corretta interpretazione dei dati si ricorda che l’esercizio sociale di Juventus non coincide con l’anno solare ma copre il periodo 1° luglio – 30 giugno, che è quello di svolgimento della stagione sportiva. L’andamento economico è caratterizzato da una forte stagionalità tipica del settore di attività, determinata essenzialmente dalla partecipazione alle competizioni europee, in particolare alla UEFA Champions League, dal calendario degli eventi sportivi e dalle due fasi della Campagna Trasferimenti dei calciatori. Anche l’andamento patrimoniale-finanziario della Società risente della stagionalità delle componenti economiche; inoltre, alcune voci di ricavo presentano una manifestazione finanziaria (incasso) diversa rispetto alla competenza economica.

Il primo semestre dell’esercizio 2015/2016 si è chiuso con un utile netto di € 30,3 milioni che evidenzia una variazione positiva di € 37 milioni rispetto alla perdita di € 6,7 milioni dell’analogo periodo dell’esercizio precedente.

Tale variazione deriva principalmente dai maggiori proventi della gestione calciatori, pari a € 30,2 milioni, e dal generale aumento dei ricavi ricorrenti per € 18,1 milioni (di cui € 6,8 milioni per l’attività di vendita di prodotti e licenze) a cui si aggiungono ricavi netti non ricorrenti per € 10,6 milioni. Tali incrementi sono stati parzialmente compensati dall’aumento dei costi per il personale tesserato per € 13,7 milioni, dall’aumento dei costi per servizi esterni per € 3,6 milioni, da maggiori ammortamenti sui diritti pluriennali alle prestazioni dei calciatori per € 2,7 milioni, dagli acquisti di prodotti destinati alla vendita per € 2,1 milioni, nonché da altre variazioni nette positive per € 0,2 milioni. Queste ultime includono principalmente minori accantonamenti (+€ 0,7 milioni) e minori oneri finanziari netti (+€ 1 milione), parzialmente compensati da maggiori costi per personale non tesserato
(-€1,5 milioni).

I ricavi del primo semestre 2015/2016, pari a € 204,5 milioni, aumentano del 30,9% rispetto al dato di € 156,2 milioni del primo semestre 2014/2015.

I costi operativi del primo semestre 2015/2016, complessivamente pari a € 140,4 milioni, aumentano del 17,6% rispetto al dato di € 119,4 milioni del corrispondente periodo dell’esercizio precedente

Il patrimonio netto al 31 dicembre 2015 è pari a € 75 milioni è in aumento rispetto al saldo di € 44,6 milioni del 30 giugno 2015 principalmente per effetto dell’utile del semestre (+€ 30,3 milioni). 

L’indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2015 ammonta a € 197,3 milioni (€ 188,9 milioni al 30 giugno 2015). L’incremento di € 8,4 milioni è determinato dagli esborsi legati alle Campagne Trasferimenti
(-€ 22,1 milioni netti), dagli investimenti in altre immobilizzazioni (-€ 8,1 milioni), dagli investimenti in partecipazioni (-€ 0,2 milioni) e dai flussi delle attività finanziarie (-€ 2,6 milioni), parzialmente compensati dai flussi positivi della gestione operativa (+€ 21,9 milioni) e dal primo rimborso ottenuto a fronte di anticipi versati in precedenti esercizi per il Progetto Continassa (+€ 2,7 milioni).

Da settembre 2015, al fine di ottimizzare la composizione delle fonti di finanziamento e in ottemperanza ai regolamenti di settore, la Società ha definito e avviato un programma di conversione di una significativa parte dell’indebitamento finanziario a breve termine in forme di finanziamento a medio-lungo termine; al 31 dicembre 2015 tale programma risulta già attuato per € 105 milioni.

 

Fatti di rilievo del primo semestre dell’esercizio 2015/2016

Stagione sportiva

Il 10 luglio 2015, i preposti organi della FIGC, esaminata la documentazione prodotta da Juventus e quanto trasmesso dalla Lega Nazionale Professionisti Serie A, hanno rilasciato la Licenza Nazionale per la stagione in corso.

L’8 agosto 2015 la Prima Squadra ha vinto la settima Supercoppa Italiana della sua storia.

In dicembre la Prima Squadra si è qualificata agli ottavi di finale della UEFA Champions League 2015/2016, classificandosi al secondo posto del proprio girone, nonché ai quarti di finale di Coppa Italia.

 

Campagna trasferimenti 2015/2016 – prima fase

Acquisti e cessioni di diritti pluriennali alle prestazioni sportive di calciatori

Le operazioni perfezionate nella prima fase della Campagna Trasferimenti 2015/2016, svoltasi dal 1° luglio al 31 agosto 2015, hanno comportato complessivamente un aumento del capitale investito di € 118,5 milioni derivante da acquisizioni ed incrementi per € 138,7 milioni e cessioni per € 20,2 milioni (valore contabile netto dei diritti ceduti).

Le plusvalenze nette generate dalle cessioni ammontano a € 33,8 milioni.

L’impegno finanziario netto complessivo, ripartito in quattro esercizi, è pari a € 88,1 milioni inclusi gli oneri accessori, nonché gli oneri e i proventi finanziari impliciti sugli incassi e pagamenti dilazionati. A garanzia dei futuri pagamenti sono state emesse nuove fideiussioni per complessivi € 75,8 milioni.

 

Rinnovi contratti prestazioni sportive

Nel corso dei primi mesi dell’esercizio 2015/2016 sono stati rinnovati i contratti di prestazione sportiva dei calciatori: Leonardo Bonucci, Gianluigi Buffon, Claudio Marchisio, Alvaro Morata, Simone Padoin, Roberto Maximiliano Pereyra, Daniele Rugani.

 

Risoluzione contratto prestazione sportiva

Nel mese di luglio è stato risolto consensualmente il contratto di Andrea Pirlo in scadenza al 30 giugno 2016, senza effetti economici e finanziari.

 

Campagna abbonamenti 2015/2016

La Campagna Abbonamenti per la stagione 2015/2016 si è chiusa con la sottoscrizione di tutte le 28.000 tessere a disposizione per un ricavo netto di € 21,6 milioni (€ 20,8 milioni nella stagione precedente), inclusi i Premium Seats e i servizi aggiuntivi.

 

Gestione diretta delle attività di licensing, merchandising e soccer school

Il 1° luglio 2015, a seguito della decisione da parte di Juventus di gestire direttamente le attività di licensing e di merchandising, sono stati riaperti i negozi di Via Garibaldi a Torino ed il Megastore presso il Centro Commerciale Area 12 adiacente lo Juventus Stadium, completamente rinnovati in collaborazione con il nuovo sponsor adidas.

Le attività, i contratti in essere ed il personale di Juventus Merchandising (società appartenente al gruppo Nike) sono stati trasferiti a Juventus con l’acquisizione del relativo ramo d’azienda avvenuta il 30 giugno 2015. La struttura interna cui sono affidate le attività di licensing, retail e soccer school è oggi formata da 36 risorse.

 

Progetto Continassa: avvio dell’operatività del Fondo Immobiliare J Village

Nel corso del mese di luglio Accademia SGR S.p.A., Società di Gestione del Risparmio controllata da Banca del Sempione S.A., ha dato avvio all’operatività del Fondo Immobiliare “J Village” per lo sviluppo del progetto di riqualificazione e di valorizzazione di gran parte dell’Area Continassa, contigua allo Juventus Stadium, promosso da Juventus.

In particolare, Accademia SGR ha provveduto a raccogliere gli impegni di investimento di vari sottoscrittori per complessivi € 53,8 milioni e, nella prima decade di agosto, a siglare il contratto di finanziamento con gli istituti finanziatori del Fondo J Village, UBI Banca S.c.p.A. e Unicredit S.p.A., per complessivi massimi € 64,5 milioni.

A seguito di tali eventi è divenuto efficace l’atto del 30 giugno 2015 con il quale Juventus ha apportato al Fondo J Village la titolarità dei diritti di superficie su un’area di circa 148.700 metri quadrati e dei relativi diritti edificatori per 34.830 metri quadrati di SLP (Superficie Lorda di Pavimento) per un controvalore complessivo di € 24,1 milioni, determinato in base alla relazione di stima redatta dall’esperto indipendente ai sensi del D.M. 5/3/2015, n. 30. A fronte dell’apporto, che ha generato un provento netto di circa € 10,3 milioni nell’esercizio in corso, Juventus ha ricevuto quote del Fondo J Village del valore di € 24,1 milioni.

La Città di Torino ha già rilasciato i permessi a costruire relativi alle opere di urbanizzazione, alla Scuola Internazionale, all’Hotel, al nuovo Training and Media Center della Prima Squadra e alla nuova sede sociale di Juventus, che si insedierà nel lotto dell’antica Cascina Continassa.

Completa il progetto la realizzazione di un immobile che accoglierà attività commerciali e di intrattenimento innovativo (Concept Store), il cui permesso a costruire è in corso di rilascio.

Accademia SGR ha affidato la costruzione della nuova sede sociale, dell’Hotel, della Scuola Internazionale, del Concept Store e delle opere di urbanizzazione a Pessina Costruzioni S.p.A.; a Costruzioni Generali Gilardi S.p.A. è stato assegnato l’appalto relativo al nuovo Training and Media Center.

Il programma dei lavori prevede la consegna di tutte le opere entro l’inizio dell’estate del 2017.

Juventus ha mantenuto la titolarità del diritto di superficie su un’area residua di circa 15.662 metri quadrati su cui insistono diritti edificatori per 3.170 metri quadrati di SLP.

 

J Medical

Nel corso del primo semestre 2015/2016 sono iniziati i lavori di ristrutturazione dei locali del Comparto EST dello Juventus Stadium, circa 3.500 metri quadrati, destinati ad ospitare l’attività di J Medical, centro poliambulatoriale, diagnostico, fisioterapico e di medicina sportiva. Le opere sono state completate in febbraio con un investimento di € 4,9 milioni e il centro è stato inaugurato il 23 marzo 2016. Si ricorda che J Medical S.r.l. è una società a controllo congiunto (joint-venture) di Juventus e Santa Clara S.r.l.

 

Ampliamento J Museum

Nel corso del semestre sono terminati i lavori di ampliamento del J Museum per la realizzazione di due nuove aree espositive dedicate alla mostra permanente di cimeli e memorabilia di campioni di altre discipline sportive, tifosi bianconeri, e alla Prima Squadra (170 metri quadri), aperte al pubblico rispettivamente il 4 ottobre 2015 e il 16 dicembre 2015.

 

Deliberazioni dell’Assemblea ordinaria degli Azionisti del 23 ottobre 2015

L’Assemblea ordinaria degli Azionisti di Juventus Football Club S.p.A ha approvato il bilancio di esercizio al 30 giugno 2015 che si è chiuso con un utile netto di € 2,3 milioni, che è stato interamente destinato a riserve. Conseguentemente non sono stati deliberati dividendi.

L’Assemblea ha inoltre determinato in 12 il numero dei componenti del Consiglio di Amministrazione per gli esercizi 2015/2016, 2016/2017 e 2017/2018, nominando amministratori Andrea Agnelli, Maurizio Arrivabene, Giulia Bongiorno, Paolo Garimberti, Assia Grazioli-Venier, Caitlin Mary Hughes, Daniela Marilungo, Giuseppe Marotta, Aldo Mazzia, Pavel Nedved, Francesco Roncaglio ed Enrico Vellano.

È stato altresì nominato il Collegio Sindacale, composto da Paolo Piccatti (Presidente), Silvia Lirici e Roberto Longo. Sindaci supplenti sono stati nominati Nicoletta Paracchini e Roberto Petrignani.

L’Assemblea ha infine approvato la Relazione sulla remunerazione ai sensi dell’art. 123-ter del D.Lgs. 58/98.

Il Consiglio di Amministrazione tenutosi al termine dell’Assemblea ha confermato Andrea Agnelli Presidente e Giuseppe Marotta e Aldo Mazzia Amministratori Delegati. Ha inoltre nominato Pavel Nedved Vice Presidente e confermato nell’incarico di presidente del J Museum Paolo Garimberti. Dopo aver verificato la sussistenza dei requisiti di indipendenza degli amministratori Giulia Bongiorno, Paolo Garimberti, Assia Grazioli Venier, Caitlin Mary Hughes e Daniela Marilungo, il Consiglio ha inoltre provveduto alla nomina dei seguenti Comitati:

  • Comitato per le nomine e la remunerazione composto da Paolo Garimberti (Presidente), Assia Grazioli Venier e Caitlin Mary Hughes;
  • Comitato controllo e rischi composto da Daniela Marilungo (Presidente), Paolo Garimberti e Assia Grazioli Venier.

 

È infine stato nominato l’Organismo di Vigilanza ai sensi del D.Lgs. 231/2001, composto da Alessandra Borelli, Guglielmo Giordanengo e Patrizia Polliotto.

 

Fatti di rilievo avvenuti dopo il 31 dicembre 2015

Stagione sportiva

Nel mese di marzo 2016 la Prima Squadra si è qualificata per la finale di Coppa Italia ed è stata eliminata agli ottavi di finale della UEFA Champions League.

 

Campagna trasferimenti 2015/2016 – seconda fase

Acquisti e cessioni di diritti pluriennali alle prestazioni sportive di calciatori

Le acquisizioni perfezionate nella seconda fase della Campagna Trasferimenti 2015/2016, svoltasi dal 4 gennaio 2016 al 1° febbraio 2016, hanno comportato complessivamente un aumento del capitale investito di € 6,4 milioni, oltre alla capitalizzazione di premi pari a € 1,4 milioni maturati a favore delle società di provenienza di alcuni calciatori acquistati in precedenti Campagne Trasferimenti.

L’impatto finanziario netto complessivo (inclusi gli oneri accessori e gli oneri e proventi finanziari impliciti su incassi e pagamenti dilazionati) è negativo per € 6,8 milioni, così ripartiti: € 1,2 milioni nel secondo semestre dell’esercizio 2015/2016, € 2,8 milioni nell’esercizio 2016/2017 e € 2,8 milioni nell’esercizio 2017/2018.

Commercial Register No.64236277 Note legali | Credits