Juventus



(63,77% del capitale sociale)

 

 

 

I dati di seguito presentati si riferiscono alla situazione contabile per il periodo 1 gennaio – 30 giugno 2015 predisposta da Juventus F.C. ai fini della redazione del bilancio consolidato abbreviato del Gruppo EXOR al 30 giugno 2015.

  Semestre  al  
€ milioni
30.06.2015 30.06.2014 Variazioni
Ricavi operativi 192,0 160,1 31,9
Costi operativi (144,4) (132,2) (12,2)
Risultato operativo 18,6 (2,6) 21,2
Risultato netto 10,2 (11,1) 21,3
 
€ milioni 30.06.2015 31.12.2014 Variazioni
Patrimonio netto 45,8 35,5 10,3
Indebitamento finanziario netto (188,9) 224,0 35,1
I dati interinali non possono rappresentare la base per proiezioni riferite all’intero esercizio. Per una corretta interpretazione dei dati si ricorda che l’esercizio sociale di Juventus non coincide con l’anno solare ma copre il periodo 1° luglio – 30 giugno, che è quello di svolgimento della stagione sportiva. La situazione contabile in esame rappresenta quindi il secondo semestre di gestione dell’esercizio 2014/2015. L’andamento economico è caratterizzato da una forte stagionalità tipica del settore di attività, determinata essenzialmente dal calendario degli eventi sportivi e dalle due fasi della Campagna Trasferimenti dei calciatori. Anche l’andamento patrimoniale-finanziario della Società risente della stagionalità delle componenti economiche; inoltre, alcune voci di ricavo presentano una manifestazione finanziaria (incasso) diversa rispetto alla competenza economica.

Nella predisposizione della presente situazione contabile sono state incluse, qualora significative, le valutazioni degli effetti negativi derivanti dalle operazioni della Campagna Trasferimenti calciatori, eseguite o eseguende fino alla data del 31 luglio 2015.
Peraltro, non si può escludere che nella prosecuzione della Campagna Trasferimenti calciatori possano essere realizzate ulteriori operazioni i cui eventuali effetti, se negativi e significativi, potrebbero comportare la necessità di effettuare ulteriori svalutazioni e/o accantonamenti da parte di Juventus Football Club, in applicazione dei principi contabili di riferimento, al fine della redazione del Bilancio al 30 giugno 2015 la cui approvazione è prevista per l’11 settembre 2015.

L’utile netto del periodo (1 gennaio – 30 giugno 2015) è pari a € 10,2 milioni, ed evidenzia una variazione positiva di € 21,3 milioni rispetto alla perdita di € 11,1 milioni dell’analogo periodo dell’esercizio precedente. Tale andamento deriva, sostanzialmente, dall’aumento dei ricavi per € 31,9 milioni, parzialmente compensato dall’incremento dei costi operativi a seguito di maggiori costi per il personale tesserato (€ 7 milioni) e non tesserato (€ 1,9 milioni), nonché da altre variazioni nette negative per € 1,7 milioni. Queste ultime includono principalmente maggiori altri oneri (€ 1,5 milioni), ammortamenti (€ 1,1 milioni), oneri da gestione diritti calciatori (€ 1 milione), costi per servizi esterni (€ 0,9 milioni) e imposte sul reddito (€ 0,7 milioni), parzialmente compensati da maggiori ricavi non ricorrenti (€ 1,8 milioni), rilasci di fondi (€ 1 milione) e minori oneri finanziari netti (€ 0,9 milioni).

Fatti di rilievo del primo semestre 2015 e successivi

Stagione sportiva

Il 2 maggio 2015 la Prima Squadra ha vinto, per il quarto anno consecutivo e con quattro giornate di anticipo, il Campionato di Serie A 2014/2015 (33° scudetto della propria storia) ed ha acquisito l’accesso al Group Stage della UEFA Champions League 2015/2016.
Il 20 maggio 2015 la Prima Squadra ha vinto la decima Coppa Italia della propria storia.
Dopo aver superato il Group Stage ed eliminato nell’ordine il Borussia Dortmund, il Monaco e il Real Madrid, il 6 giugno 2015 la Prima Squadra ha disputato la finale di UEFA Champions League a Berlino perdendo 1 a 3 contro il Barcellona.

Licenze UEFA

L’8 maggio 2015 la Commissione di primo grado delle licenze UEFA presso la FIGC, esaminata la documentazione depositata e verificata la conformità della stessa ai criteri e parametri previsti della normativa, ha rilasciato a Juventus la Licenza UEFA per la stagione sportiva 2015/2016.

Campagna Trasferimenti (fasi di gennaio e giugno)

Acquisti e cessioni di diritti pluriennali alle prestazioni sportive

Le operazioni perfezionate nella seconda fase della Campagna Trasferimenti 2014/2015 hanno comportato complessivamente un aumento netto del capitale investito pari a € 9 milioni derivante da acquisizioni per € 21,4 milioni e da cessioni per € 12,4 milioni (valore contabile netto dei diritti ceduti).
Le cessioni hanno generato plusvalenze nette pari a € 15 milioni, principalmente riferibili a Domenico Berardi (€ 6,6 milioni), Luca Castiglia (€ 1,3 milioni) e Manolo Gabbiadini (€ 1,2 milioni).

Rinnovi contratti prestazioni sportive

Nel gennaio 2015 è stato rinnovato il contratto di prestazione sportiva del calciatore Stephan Lichtsteiner fino al 30 giugno 2017.

Progetto Continassa: avvio dell’operatività del fondo immobiliare J Village

Accademia SGR S.p.A., Società di Gestione del Risparmio controllata da Banca del Sempione S.A., ha dato avvio all’operatività del Fondo Immobiliare “J Village” che svilupperà il progetto di riqualificazione e di valorizzazione di gran parte dell’Area Continassa, contigua allo Juventus Stadium, promosso da Juventus Football Club S.p.A.
Accademia SGR ha provveduto sia a raccogliere gli impegni di investimento di vari sottoscrittori per complessivi € 53,8 milioni, sia a siglare l’accordo vincolante con gli istituti finanziatori del Fondo J Village, UBI Banca S.c.p.A. e Unicredit S.p.A., per complessivi massimi € 64,5 milioni.
A seguito di tali eventi è divenuto efficace l’atto con il quale Juventus ha apportato al Fondo J Village la titolarità dei diritti di superficie su un’area di circa 148.700 metri quadrati e dei relativi diritti edificatori per 34.830 metri quadrati di SLP (Superficie Lorda di Pavimento) per un controvalore complessivo di € 24,1 milioni, determinato in base alla relazione di stima redatta dall’esperto indipendente ai sensi del D.M. 5/3/2015, n. 30. A fronte dell’apporto, che genererà nell’esercizio successivo un provento netto di circa € 10 milioni, Juventus ha ricevuto quote del Fondo J Village del valore di € 24,1 milioni.
La Città di Torino ha già rilasciato i permessi a costruire relativi alle opere di urbanizzazione, all’Hotel e al nuovo Training and Media Center della Prima Squadra di Juventus, richiesti nei mesi scorsi da Juventus.
Completeranno il progetto le realizzazioni della nuova sede sociale di Juventus, della Scuola Internazionale e di un immobile che accoglierà attività commerciali e di intrattenimento innovativo (Concept Store).
Il programma dei lavori prevede la consegna di tutte le opere entro l’inizio dell’estate del 2017. L’allestimento del cantiere inizierà già nel corso del corrente mese di agosto.
Juventus ha mantenuto la titolarità del diritto di superficie su un’area residua di circa 27.300 metri quadrati e su diritti edificatori pari a 3.170 metri quadrati di SLP.

Gestione diretta delle attività di licensing e merchandising

Il 31 marzo 2015 Juventus ha comunicato ad adidas, come consentito dagli accordi perfezionati il 23 ottobre 2013, la propria decisione di gestire direttamente le attività di licensing e di merchandising a partire dal 1° luglio 2015.
Conseguentemente, Juventus ha avviato gli opportuni progetti interni a livello organizzativo e gestionale, tra cui si ricorda quello relativo all’implementazione di un nuovo sistema informativo in grado di presidiare anche tali nuove attività.
Il 1° luglio 2015 i negozi di Via Garibaldi a Torino e il Megastore presso il Centro Commerciale Area 12 adiacente lo Juventus Stadium sono stati riaperti completamente rinnovati in collaborazione con il nuovo sponsor adidas.

Procedimento Mutu/Chelsea FC

Il 1° ottobre 2014 si è tenuta l’udienza presso il Tribunal Arbitral du Sport (TAS) relativa al procedimento Mutu/Chelsea FC.
Il 21 gennaio 2015 il TAS ha notificato alle parti il lodo arbitrale in merito alla vertenza che ha respinto integralmente le pretese avanzate dal Chelsea FC, condannando la stessa al pagamento delle spese di giudizio. Tale decisione non ha alcun effetto sul bilancio di Juventus, poiché la Società, consapevole delle proprie buone ragioni, non aveva ritenuto di procedere ad alcun accantonamento al fondo rischi per controversie in corso. Il procedimento è definitivamente concluso.

Campagna Trasferimenti stagione 2015/2016

Nell’ambito della Campagna Trasferimenti in corso sono stati conclusi, nel luglio 2015, gli accordi con il Palermo per l’acquisizione del calciatore Paulo Dybala, con l’Atlético Madrid per l’acquisizione di Mario Mandžukić, con il Sassuolo per l’acquisizione di Simone Zaza, con il West Ham per la cessione definitiva di Angelo Ogbonna, con il Bayern München per la cessione definitiva di Arthuro Vidal. E’ stato inoltre risolto l’accordo di partecipazione del calciatore Domenico Berardi ed è stato esercitato il diritto di opzione per l’acquisizione di Roberto Pereyra.
Infine sono stati conclusi gli accordi con il Boca Juniors per la cessione a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive di Carlos Alberto Tévez, per l’acquisizione a titolo temporaneo, fino al 30 giugno 2017, del diritto alle prestazioni sportive di Guido Nahuel Vadala e per l’acquisizione dei diritti di opzione finalizzati all’acquisizione a titolo definitivo, a partire dalla stagione 2017/2018, dei diritti pluriennali di Rodrigo Betancur Colman, Franco Sebástian Cristaldo, e Adrián Andrés Cubas.

Commercial Register No.64236277 Note legali | Credits