Juventus

(63,77% del capitale sociale)

 

 

 

 Di seguito sono esposti i risultati del terzo trimestre dell’esercizio 2014/2015 (corrispondente al periodo 1/1-31/3/2015) di Juventus Football Club S.p.A:

   III Trimestre  
€ milioni 2014/2015 2013/2014 Variazioni
Ricavi operativi 80,9 74,0 6,9
Costi operativi 62,3 57,5 4,8
Risultato operativo 4,5 2,0 2,5
Risultato netto 0,9 (1,9) 2,8
I dati interinali non possono rappresentare la base per proiezioni riferite all’intero esercizio. Per una corretta interpretazione dei dati si ricorda che l’esercizio sociale di Juventus non coincide con l’anno solare ma copre il periodo 1° luglio – 30 giugno, che è quello di svolgimento della stagione sportiva. L’andamento economico della società è caratterizzato da una forte stagionalità tipica del settore di attività, determinata essenzialmente dalla partecipazione alle competizioni europee, in particolare alla UEFA Champions League, dal calendario degli eventi sportivi e dalle due fasi della Campagna Trasferimenti dei calciatori. Anche l’andamento patrimoniale-finanziario risente della stagionalità delle componenti economiche; inoltre, alcune voci di ricavo presentano una manifestazione finanziaria (incasso) diversa rispetto alla competenza economica.
€ milioni 31.03.2015 30.06.2014 Variazioni
Patrimonio netto 36,5 42,6 (6,1)
Indebitamento finanziario netto 207,1 206,0 1,1

L’utile del terzo trimestre 2014/2015 è pari a € 0,9 milioni; la variazione positiva di € 2,8  milioni rispetto alla perdita del corrispondente periodo precedente (-€ 1,9 milioni) deriva sostanzialmente da maggiori ricavi ricorrenti (€ 6,9 milioni) e non ricorrenti (€ 1,8 milioni) e da minori oneri finanziari netti (€ 0,3 milioni), parzialmente compensata da maggiori costi del personale tesserato (€ 2,2 milioni) e non tesserato (€ 0,9 milioni), maggiori costi per servizi esterni (€ 1,2 milioni), ammortamenti e svalutazioni dei diritti calciatori (€ 0,7 milioni) e altri oneri (€ 0,5  milioni).

Al 31 marzo 2015 l’indebitamento finanziario netto ammonta a € 207,1 milioni ed evidenzia un incremento di €  1,1  milioni rispetto al saldo negativo di € 206 milioni del 30 giugno 2014. Tale incremento è determinato dagli esborsi legati alle Campagne Trasferimenti (-€ 23,7 milioni netti), dagli investimenti in altre immobilizzazioni (‑€ 1,8 milioni), dagli anticipi versati a vari fornitori in relazione al Progetto Continassa (-€ 1 milione) e dai flussi dell’attività di finanziamento (-€ 6,2 milioni), parzialmente compensati dai flussi positivi della gestione operativa (+€ 31,6 milioni).

Fatti di rilievo del primo trimestre 2015 e successivi

Stagione sportiva

Nel mese di aprile 2015 la Prima Squadra si è qualificata per la semifinale di UEFA Champions League e per la finale di Coppa Italia.

Il 2 maggio 2015 la Prima Squadra ha vinto, per il quarto anno consecutivo e con quattro giornate di anticipo, il Campionato di Serie A 2014/2015 (33° scudetto della propria storia) ed ha acquisito l’accesso al Group Stage della UEFA Champions League 2015/2016.

Licenze UEFA

L’8 maggio 2015 la Commissione di primo grado delle licenze UEFA presso la FIGC, esaminata la documentazione depositata e verificata la conformità della stessa ai criteri e parametri previsti della normativa, ha rilasciato a Juventus la licenza UEFA per la stagione sportiva 2015/2016.

Campagna Trasferimenti – seconda fase

Acquisti e cessioni di diritti pluriennali alle prestazioni sportive di calciatori

Le operazioni perfezionate nella seconda fase della Campagna Trasferimenti 2014/2015, svoltasi dal 5 gennaio 2015 al 2 febbraio 2015, hanno comportato complessivamente un aumento del capitale investito di € 7,8 milioni derivante da acquisizioni per € 14,1 milioni e da cessioni per € 6,3 milioni. Le cessioni hanno generato plusvalenze nette per € 7,1 milioni.

L’impatto finanziario netto complessivo (inclusi gli oneri accessori e gli oneri e proventi finanziari impliciti su incassi e pagamenti dilazionati) è positivo per € 1,5 milioni, così ripartiti: -€ 0,2 milioni nel secondo semestre dell’esercizio 2014/2015, +€ 0,3 milioni nell’esercizio 2015/2016, +€ 0,3 milioni nell’esercizio 2016/2017 e +€ 1,1 milioni nell’esercizio 2017/2018.

Rinnovi contratti prestazioni sportive

Nel gennaio 2015 è stato rinnovato il contratto di prestazione sportiva del calciatore Stephan Lichtsteiner fino al 30 giugno 2017. Tale prolungamento comporta minori ammortamenti nel secondo semestre dell’esercizio 2014/2015 per circa € 1,7 milioni.

Risoluzioni contratti prestazioni sportive

Nella seconda fase della Campagna Trasferimenti 2014/2015 sono stati risolti consensualmente i contratti di Sebastian Giovinco e Marco Motta in scadenza al 30 giugno 2015. Tali operazioni hanno comportato la svalutazione dei residui valori per circa € 2,2 milioni.

Gestione diretta delle attività di licensing e merchandising

Il 31 marzo 2015 Juventus ha comunicato ad adidas, come consentito dagli accordi perfezionati il 23 ottobre 2013, la propria decisione di gestire direttamente le attività di licensing e di merchandising a partire dal 1° luglio 2015.

Conseguentemente, Juventus ha avviato gli opportuni progetti interni a livello organizzativo e gestionale, tra cui si ricorda quello relativo all’implementazione di un nuovo sistema informativo in grado di presidiare anche tali nuove attività.

Procedimento Mutu/Chelsea FC

Il 1° ottobre 2014 si è tenuta l’udienza presso il Tribunal Arbitral du Sport (TAS) relativa al procedimento Mutu/Chelsea FC. Il 21 gennaio 2015 il TAS ha notificato alle parti il lodo arbitrale in merito alla vertenza che ha respinto integralmente le pretese avanzate dal Chelsea FC, condannando la stessa al pagamento delle spese di giudizio. Tale decisione non ha alcun effetto sul bilancio di Juventus, poiché la Società, consapevole delle proprie buone ragioni, non aveva ritenuto di procedere ad alcun accantonamento al fondo rischi per controversie in corso. Il procedimento è definitivamente concluso.

Commercial Register No.64236277 Note legali | Credits