PartnerRe(100% del capitale ordinario)




I dati presentati e commentati sono desunti dalla situazione contabile di PartnerRe per il semestre chiuso al 30 giugno 2016, preparata in conformità agli US GAAP.

partnerre_5.jpg

(a) Escludendo i costi relativi all’operazione di acquisizione e alla riorganizzazione delle proprie business unit.

I risultati del primo semestre 2016 sono stati influenzati da un elevato livello di perdite dovuto a catastrofi ed eventi climatici, tra cui gli incendi di Fort McMurray (la più grande catastrofe nella storia canadese), i terremoti a Taiwan e in Giappone, la siccità in Marocco, inondazioni in Germania e Francia e grandinate in Texas, per i quali PartnerRe ha registrato perdite per un totale di $160 milioni, prima delle imposte, dopo i premi di riassicurazione e reintegro. Nonostante l’elevata frequenza di tali eventi, le perdite registrate di $160 milioni rappresentano solo il 2,6% del patrimonio netto ordinario e il 2,0% del capitale totale al 30 giugno 2016.

Inoltre, il risultato del primo semestre 2016 include oneri relativi al completamento dell’acquisizione da parte di EXOR per $66 milioni e alla riorganizzazione delle proprie business units per $27 milioni.

Nel primo semestre 2016 i premi netti emessi, pari a $2,8 miliardi, risultano in flessione del 7% (-5% a cambi costanti) rispetto ai $3,0 miliardi del primo semestre 2015, principalmente per effetto dell’attività “Non-life” a seguito di revisioni al ribasso dei premi netti relativi all’anno precedente, della riduzione nella partecipazione ad alcuni programmi e di cancellazioni, dai maggiori premi ceduti nell’ambito dei contratti retrocessi. Tale diminuzione è stata parzialmente compensata da nuovi business, principalmente in alcune linee casualty e specialty. Inoltre, i premi netti emessi relativi all’attività “Life and Health” diminuiscono a seguito di revisioni al ribasso dei premi netti relativi all’anno precedente nella linea mortality e ad una maggiore partecipazione, nel primo semestre 2015, ad alcuni significativi programmi nella linea longevity.

Gli altri oneri ammontano a $276 milioni nel primo semestre 2016 ($254 milioni nel primo semestre 2015) e includono $93 milioni relativi al completamento dell‘acquisizione da parte di EXOR e alla riorganizzazione delle proprie business unit ($65 milioni nel primo semestre 2015). Escludendo tali costi, gli altri oneri diminuiscono del 3% attestandosi a $183 milioni rispetto ai $189 milioni del primo semestre 2015.

Nel primo semestre 2016 i proventi netti da investimento ammontano a $204 milioni, in diminuzione del 9% (-7% a cambi costanti) rispetto allo stesso periodo del 2015. La diminuzione riflette principalmente l’impatto della riduzione del rischio nell’ambito del portafoglio investimenti, una maggiore allocazione a titoli governativi U.S. a reddito fisso, una variazione nel mix delle attività con riduzione di titoli high yield a reddito fisso e azionari. Tale diminuzione è stata parzialmente compensata dalla riduzione degli oneri di investimento associati alla riorganizzazione delle operazioni di investimento.

Il rendimento totale degli investimenti nel primo semestre 2016 è stato del 3,8%, con un apporto netto totale di $565 milioni, di cui $515 milioni generati da titoli a reddito fisso, principalmente grazie alla diminuzione dei tassi risk free negli Stati Uniti e in Europa e ai proventi netti e $50 milioni generati da altri titoli.

L’aliquota fiscale effettiva nel primo semestre 2016 sul risultato operativo e sul risultato ante imposte è rispettivamente pari al 72,6% e al 14,7%. L’aliquota fiscale effettiva del 72,6% sul risultato operativo deriva principalmente da utili operativi realizzati in giurisdizioni tassabili e da perdite operative realizzate in giurisdizioni non tassabili, nonché da alcune rettifiche permanenti.

L’utile netto del primo semestre 2016 ammonta a $338 milioni e include plusvalenze realizzate e non realizzate su investimenti per $310 milioni. Nel primo semestre 2015 l’utile netto ammontava a $129 milioni ed includeva plusvalenze su investimenti realizzate e non realizzate per $117 milioni.

Il risultato operativo per il primo semestre 2016 risulta negativo per $21 milioni (positivo per $263 milioni nel primo semestre 2015).

Nel primo semestre 2016 il Non-life combined ratio è pari al 101,7% in aumento dell’15,0% rispetto al dato del primo semestre 2015 che era pari all’86,7%. L’incremento riflette un livello alto di perdite di medie e grandi dimensioni, di cui le più significative sono legate agli incendi in Canada (4% o $73 milioni, al netto dei premi di riassicurazione e reintegro) e a una perdita nel settore energia (2,3% o $42 milioni, al netto dei premi di riassicurazione e reintegro). Il Non-life combined ratio ha continuato a beneficiare del forte sviluppo favorevole dell’anno precedente per il 18,0% o $332 milioni, con la maggior parte delle linee di attività che hanno registrato un’evoluzione favorevole delle perdite rispetto agli anni precedenti.

Il risultato tecnicoallocato a Life and Health ammonta a $36 milioni nel primo semestre 2016 ($51 milioni nel primo semestre 2015). La variazione è stata influenzata principalmente da un minor rilascio di riserve dell’anno precedente, da un settore Health sempre più competitivo negli Stati Uniti e dalla rettifica di commissioni attive risultate maggiori del previsto per gli anni precedenti.

Si evidenziano di seguito alcuni dati patrimoniali.

partnerre-2_2.jpg

Il capitale totale al 30 giugno 2016 ammonta a $7,8 miliardi in aumento dell’1,6% rispetto al dato al 31 dicembre 2015, con un utile netto del semestre che è stato compensato parzialmente dai dividendi distribuiti agli azionisti ordinari e privilegiati (incluso il dividendo speciale pagato al closing dell’operazione di acquisizione effettuata da EXOR).

Il patrimonio netto attribuibile agli azionisti ordinari di PartnerRe e il patrimonio netto tangibile ammontano rispettivamente a $6,2 miliardi e $5,6 miliardi al 30 giugno 2016, in aumento del 2,0% e 2,4% rispetto ai dati al 31 dicembre 2015, per effetto degli stessi fattori che hanno influenzato il capitale totale.

Al 30 giugno 2016 il totale investimenti, disponibilità liquide e fondi detenuti gestiti direttamente era pari a $1,8 miliardi, in aumento dell’1,9% rispetto al dato al 31 dicembre 2015.

Riconciliazione con i dati IFRS presentati nei Prospetti contabili consolidati integralmente

L’utile netto US GAAP ($338 milioni) si riferisce all’intero primo semestre 2016 (1° gennaio – 30 giugno 2016). Il dato IFRS ($169 milioni) riflette il risultato per il periodo dalla data di acquisizione (18 marzo 2016) al 30 giugno 2016, nonché gli effetti economici derivanti dall’utilizzo dell’acquistion method per la contabilizzazione dell’operazione di acquisizione da parte di EXOR.

Fatti di rilievo del secondo trimestre 2016

Offerta di scambio per le azioni privilegiate

Nell’aprile 2016 PartnerRe ha completato l’offerta di scambio annunciata per cui gli azionisti privilegiati partecipanti potevano scambiare alcune o tutte le azioni privilegiate già esistenti in azioni privilegiate di nuova emissione che non saranno richiamabili dalla società prima di 5 anni a partire dalla data di emissione. Le altre condizioni delle azioni privilegiate di nuova emissione sono identiche in tutti gli aspetti rilevanti alle condizioni delle azioni privilegiate attualmente esistenti.

Acquisto della partecipazione in Almacantar e alcuni investimenti finanziari da EXOR

Nel secondo trimestre 2016 PartnerRe ha acquistato da EXOR la quota del 36% della partecipazione detenuta in Almacantar Group SA, società privata che si occupa di investimenti e sviluppo nel settore real estate a Londra, nonché alcuni investimenti finanziari, principalmente fondi di terzi, sulla base dei net asset value degli investimenti stessi per un controvalore complessivo di $741 milioni. Tali operazioni, effettuate tra parti correlate, sono state poste in essere a condizioni di mercato.

A.M. Best rimuove lo status di Under Review e afferma i rating di PartnerRe Ltd. e le sue affiliate

Il 13 maggio 2016, A.M. Best ha rimosso lo status di ‘Under Review with negative implications’ ed ha affermato il Financial Strength Rating (FSR) ad “A” (Excellent) e l’Issuer Credit Rating (ICR) ad “a+” di Partner Reinsurance Company Ltd. e delle sue affiliate. A.M. Best ha inoltre rimosso lo status di ‘Under Review with negative implications’ ed ha affermato il ICR a “bbb+” di PartnerRe Ltd. e gli issue ratings attuali. L’outlook assegnato su ogni rating è stabile.

Commercial Register No.64236277 Note legali | Credits